La gioia di Gigi D’Alessio e Geolier per Noemi, la promessa: «Non vediamo l’ora di conoscerti»

Stamattina Napoli si è risvegliata con una magnifica notizia: Noemi respira da sola ed è cosciente. Non si arresta il flusso di cittadini che arrivano dai quartieri più diversi di Napoli per lasciare il loro messaggio alla bimba e ai suoi familiari e di bambini che attaccano alle ringhiere del cancello peluche e giocattoli. A fare da eco alle persone che mostrano la vicinanza alla piccola ferite nell’agguato a piazza Nazionale, si aggiungono anche Gigi D’Alessio e Geolier. I due artisti contraddistinti da due epoche completamente differenti, su Instagram, hanno espresso tutta la loro felicità.

I post di Gigi D’Alessio e Geolier

«Oggi, dopo una settimana nera, finalmente una bella notizia: la piccola Noemi si è svegliata! Il mio abbraccio a lei e a tutta la sua famiglia, con la speranza che le cose possano migliorare sempre di più e quest’incubo possa finalmente finire. Forza Noemi!». Sono queste le parole del marito di Anna Tatangelo, che in pochi minuti ha ricevuto migliaia di interazioni sul post.
Il post di Gigi D’Alessio
Geolier, invece, ha postato una Instagram Stories esprimendo tutta la sua commozione dopo l’annuncio della splendida notizia: «Non ho mai visto persona più forte di te -scrive il cantante- Non vedo l’ora di conoscerti».

La veglia di preghiera

Ieri sera una veglia di preghiera si è svolta davanti all’ospedale Santobono con centinaia di persone in preghiera e tante candele accese. Da questa mattinata la piccola Noemi “è stata portata ad uno stato di sedazione non profonda e attualmente evidenzia una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanica”. Sono incoraggianti le notizie dal bollettino medico del Santobono Pausilipon sulle condizioni di Noemi.

Gli arresti dei sicari di Noemi

Sono due le persone arrestate per l’agguato di venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in Piazza Nazionale. Insieme ad Armando Del Re, l’uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato un altro uomo, il fratello, che avrebbe fatto da complice.

Armando Del Re, ritenuto colui che ha sparato sarebbe stato bloccato sulla Siena-Bettolle. All’operazione avrebbero partecipato agenti della polizia, finanzieri e carabinieri di Napoli. Il fratello Antonio, invece è stato fermato nell’hinterland napoletano, nei pressi di Nola: ha dato supporto logistico ad Armando. A entrambi viene contestata la premeditazione.

Regalata a Noemi ‘La casa delle Lol’: “E’ la figlia di tutta la città”

Non si ferma la solidarietà per Noemi, la piccola ferita al Santobono dopo la sparatoria in piazza Nazionale. Amici della famiglia stanno portando regali alla bambina come la casa delle Lol. “Noemi è diventata la figlia, la cugina di tutti noi e sembrava giusto regalarle delle bambole, che è la prima cosa da lei detta quando si è svegliata” le parole dei protagonisti del bellissimo gesto.