7.4 C
Napoli
martedì, Gennaio 25, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Gigi D’Alessio difende i neomelodici, Nando Mariano: “Le sue parole meglio di quelle di Nino D’Angelo”


Si arricchisce di un nuovo capitolo la questione legata all’espressione neomelodico. Dopo le parole di Nino D’Angelo, che in un post su Facebook prese le distanze dal termine, qualche sera fa Gigi D’Alessio, ospite a I Soliti Ignoti su Rai 1, ha detto la sua rispondendo ad Amadeus. “Non ti ci mettere pure tuha bacchettato l’artista napoletano dopo che il conduttore aveva definito tutti i cantanti napoletani moderni come neomelodici -. Non è detto che chi canta in lingua napoletana sia necessariamente un neomelodico. Non tutti cantano in un certo modo. Il termine neomelodico nacque per ghettizzare determinati artisti. Perché a Roma chi canta in dialetto romanesco non viene definito neomelodico?”.

Gigi D’Alessio difende i neomelodici su Rai 1, l’applauso di Nando Mariano: “Sei grande”

Le parole di D’Alessio hanno piacevolmente colpito Nando Mariano, che si è complimentato con lui in un video su Facebook. “Qualche mese fa Nino scrisse un post in cui spiegò di non sentirsi neomelodici, e tutti lo attaccarono, facendo diventare la notizia di rilievo nazionale. Ieri, il grande Gigi D’Alessio, a cui devo fare i complimenti e devo dire grazie, ha difeso la nostra categoria in un modo esemplare, ma nessuno ne ha parlatodice il cantante, che continua -. Ai Soliti Ignoti da Amadeus, ha veramente spiegato che cosa vuol dire essere neomelodici”.

“Se con ‘neomelodici’ si intende la nuova melodia napoletana, noi siamo orgogliosi di portarla avanti. Se poi il neomelodico è un cantante di serie c o serie d, non ci sta bene. Perché il cantante romano è un cantante romano, così come il cantante milanese è un cantante milanese, mentre il ‘cantante napoletano è un neomelodico’, che vuol dire questa cosa?”, prosegue Nando Mariano su Facebook.

Infine, l’artista napoletano ‘bacchetta’ il conduttore di Rai 1: “Anche Amadeus che dice che i i cantanti neomelodici cantano in un certo modo (intona motivetto), ognuno canta in un modo, mica cantanto tutti così. C’è anche chi canta, come Gigi D’Alessio e tantissimi altri colleghi, in un modo molto pulito. In tutti i generi c’è chi canta bene e chi canta male, ma non bisogna fare di tutta l’erba un fascio”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Addio al reddito di cittadinanza, alcuni beneficiari lo perderanno a febbraio

Molti beneficiari del reddito di cittadinanza rischiano di perdere il beneficio. Le famiglie che hanno iniziato ad incassarlo dallo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria