18.8 C
Napoli
mercoledì, Settembre 28, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Giugliano, le elezioni in Città Metropolitana primo banco di prova per Pirozzi: un occhio al Pd, l’altro al centrodestra


Manca ancora un bel po’ eppure a Giugliano già hanno preso il via le indiscrezioni riguardo i probabili candidati a Città Metropolitana. Non si fa che parlare d’altro e le voci diventano sempre più insistenti man mano che ci si avvicina a corso Campano 200. All’esterno del Municipio in tanti fanno pronostici che potrebbero o meno assumere concretezza. Le indiscrezioni non sono confermate perché servirà ancora qualche settimana per avere un quadro più definito. Il sindaco Nicola Pirozzi sembra non essere interessato alla candidatura. Avrebbe intenzione, quindi, di continuare solo nella guida della terza città della Campania. In lizza per Città Metropolitana, secondo quanto appreso tra le mura del Palazzo di Città, ci sarebbero: Diego D’Alterio, Rosario Ragosta, Salvatore Pezzella, Stefano Palma, Luigi Guarino e Paolo Liccardo. Anche altri sono i nomi appresi dai soliti ben informati. Non è esclusa infatti la candidatura di Antonio Poziello, Francesco Iovinella, Luigi Sequino e per ultimo Paolo Conte.

La candidatura e gli equilibri interni

La candidatura in Città metropolitana ma soprattutto gli appoggi all’uno o all’altro candidato potrebbero rompere gli equilibri in maggioranza. Gli schieramenti non si sbilanciano perché hanno intenzione di riflettere attentamente prima di rendere noti i nomi dei candidati. Questo potrebbe essere l’ennesimo banco di prova per la stabilità di tutti i fronti. Le prossime settimane saranno chiarificatrici e caratterizzate dalle riunioni degli schieramenti. Pirozzi farebbe un passo indietro per mantenere gli equilibri interni, ma c’è il nodo su chi far convergere le preferenze. E’ noto, infatti, il suo legame con Rosario Ragosta, con cui ha ricoperto già in passato il ruolo di consigliere metropolitano, ottenendo anche buoni risultati per Giugliano, in particolare per Liternum e Lago Patria. Ma ci sarebbero altri due nodi da scogliere: la ‘promessa’ di appoggio fatta a Luigi Guarino prima del ballottaggio e il dovere di partito, cioè far eleggere un rappresentate del Pd locale. Per questo il primo cittadino spingerebbe per portare avanti la candidatura di Ilaria Fasano in concorrenza al già citato Diego D’Alterio. Vedremo come si concluderà questa partita interna. 

Intanto anche la minoranza giuglianese sembra aver intenzione di ‘riflettere’ bene sulla questione. Nei prossimi giorni ci dovrebbe essere una riunione interna tra i poziellani. L’ex sindaco Antonio Poziello vorrebbe candidarsi, ma anche altri della coalizione avrebbero velleità di entrare in Città Metropolitana, tra cui Conte, Iovinella e Sequino, tra i più attivi nella minoranza consiliare.

L’obiettivo comune è evitare malumori interni. Una sorta di gioco di scacchi, quindi, che potrebbe consolidare o dare un colpo fatale agli equilibri. Tutti si aspettano la ricandidatura degli uscenti, ma non è detta l’ultima parola. La questione risulta infatti ancora aperta. Anche lo strano silenzio desta curiosità tra molti frequentatori del Municipio. Si attendono interessanti novità già dalla prossima settimana.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Maxi operazione contro la pedopornografia online, perquisizioni in tutta Italia

La Polizia di Stato sta eseguendo, dalle prime ore dell’alba, una maxi operazione su tutto il territorio italiano di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria