Gomorra 4. Patrizia indebolita dall’omicidio, 2 clan pronti a ‘girarsi’

gomorra 4 patrizia nicola

Non c’è pace per il nuovo boss di Secondigliano. In Gomorra 4 Patrizia scopre che il clan Levante e i fratelli Capaccio tentano di rompere l’alleanza. Il comando femminile non è accettato dagli alleati, sopratutto dopo la perdita di un ingente carico di cocaina. Saro Levante sarà categorico: “Secondigliano nun ‘a pò cummanà ‘na femmena. Nun è capace a gestire quest’alleanza”. Nicola viene utilizzato per far cadere l’accordo, infatti viene costretto a uccidere Patrizia. E’ proprio Mickey Levante a scongiurare l’omicidio e affronta i due fratelli, comandati da don Gerlando.

I FRATELLI CAPACCIO

‘O Crezi e ‘o Diplomatico approfittano del mancato carico per trovare un nuovo canale per la cocaina e chiedono la restituzione dei soldi a Patriza. I fratelli Capaccio sono assetati di vendetta dopo l’autobomba alla concessionaria, inoltre non tollerano la leadership di Patrizia. La donna non è intenzionata a lasciar impunito ogni gesto di insubordinazione, come nell’occasione dell’omicidio dei due fratelli che avevano invaso il quartiere di Sangueblu: “Io a Secondigliano tratto tutti come figli, ma se me mancan’ ‘e rispetta ann’ pavà”.

L’AFFRONTO AI LEVANTE

Il clan Levante è contrario alla relazione tra Patrizia e Mickey, ciò emerge chiaramente in un dialogo tra don Gerlando e la giovane. Dopo la guerra fredda il boss di Secondigliano annuncia di essere incinta di Michelangelo. Il vecchio patriarca si scontra contro il suo figlio prediletto ed alla fine si arrende a lasciarlo andare.