Gomorra 4. Patrizia e Mickey uniti dal sangue, don Gerlando si arrende

gomorra 4 patrizia incinta

La relazione tra Patrizia e Mickey è stata posta al centro di Gomorra 4. La nuova coppia è profondamente diversa dalle altre storiche come Pietro e Imma Savastano, Ciro di Marzio e Deborah, Genny Savastano e Azzurra Avitabile. I due giovani sono costretti a vedersi clandestinamente poichè non voglio far interferire gli affari con le questioni sentimentali. La relazione non è sfuggita a don Gerlando Levante che ha avvisato dal primo momento il figlio: “‘E ‘na femmen’ e addà sta o post’ suoje”. Nonostante tutto Mickey si lega a Patrizia fino a salvarla dall’attentato organizzato proprio da don Gerlando. L’annuncio della gravidanza di Patrizia convince il figlio prediletto ad affrontare il padre che si arrende a lasciarlo andare.

SESSO E LACRIME

Nella terza puntata di Gomorra 4 i fan hanno assistito alla notte di sesso tra Patrizia e Mickey. E’ la prima volta che nella serie tv, in maniera molto pudica, viene mostrato un amplesso tra i personaggi della serie, infatti, immediatamente quella scena è stata molto commentata.

I fan hanno visto la giovane secondiglianese completamente distaccata in un momento di forte intimità, altri invece hanno ravvisato un trasporto animalesco. Il rapporto culmina con le misteriose lacrime di Patrizia, reazione che ha scatenato le più svariate ipotesi. Alcuni hanno sostenuto che piangeva per la felicità, altri immaginano che le mancava l’amato don Pietro Savastano.

La storia d’amore tra Patrizia e Mickey nata dal patto di sangue

Tutto nasce con la richiesta di alleanza di Genny Savastano avanzata a don Gerlando per la guerra contro i fratelli Capaccio. ‘O Crezi e ‘o Diplomatico, dopo l’omicidio di Ciro di Marzio, vogliono fare guerra a Secondigliano ma Gennà stringe il patto con i Levante. L’accordo preso nella masseria durante un affollato pranzo di famiglia, proprio lì Mickey conosce Patrizia.

La guerra tra Genny e i Capaccio dura poco tempo, complice l’autobomba che testimonia la presenza dei Levante a fianco di Savastano. La pace siglata prevede che Patrizia diventi capo del clan di Secondigliano, sotto garanzia dei parenti di donna Imma. I due amanti conducono una relazione segreta, infatti, si trovano a Bologna in cui passano una notte di sesso. All’alba del giorno dopo Patrizia torna a Secondigliano per dimostrare tutta la sua ferocia nella conduzione del clan.