Il Gratta & Vinci vinto a Calvizzano - foto Domenico Rosiello, 'CalvizzanoNet & Dintorni'
Il Gratta & Vinci vinto a Calvizzano - foto Domenico Rosiello, 'CalvizzanoNet & Dintorni'

Una giornata che non dimenticherà di certo un fortunato scommettitore di Calvizzano che, con un Gratta & Vinci da 5 euro, se ne porta a casa ben 500mila. Il biglietto vincente è stato venduto, come riportato da CalvizzanoNet & Dintorni, nel bar tabaccheria Monti di corso Mirabelli. La notizia si è diffusa subito in città.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE | 

Due ‘Gratta & Vinci’ da 3 mln di euro in 15 giorni, la Procura blocca il premio: aperta un’inchiesta [ARTICOLO 29 APRILE 2021]

Due vincite record al ‘Gratta e Vinci‘, fatte dalla stessa persona in meno di 15 giorniper un totale di 3 milioni di euro. Una ‘coincidenza’ parsa molto strana alle autorità di vigilanza, che ha così portato all’apertura di un’inchiesta a Verona nei confronti del ‘vincitore milionario’, un cittadino brasiliano di 40 anni.

Aperta un’inchiesta

L’inchiesta è stata aperta dalla Procura di Verona, in seguito alla segnalazione scattata dall’Uif, l’Unità di informazione bancaria della Banca d’Italia, che ha allertato la Guardia di Finanza dopo che il 40enne aveva disposto un bonifico di 800mila euro sul suo conto corrente in un istituto di credito brasiliano. Nel mirino degli investigatori anche un assegno circolare da 80euro, per una non meglio precisata donazione.

Si tratta di un atto dovuto – ha spiegato l’avvocato Giovanni Chincarini, che assiste l’uomo -, ma pur nella sua eccezionalità siamo di fronte ad una doppia vincita assai fortunata“. Finora non sarebbero emerse anomalie nella doppia vincita. L’uomo lo scorso 4 febbraio ha vinto un milione di euro con un biglietto preso in una tabaccheria nel modenese. Poi il 24 dello stesso mese altri due milioni con un biglietto acquistato a Garda (Verona) assieme ad un amico, un veronese di 47 anni. L’uomo, da 3 anni in Italia, lavora come piastrellista. E’ indagato assieme all’amico con il quale aveva ‘grattato’ il secondo biglietto. Le verifiche sono condotte dalla Guardia di Finanza, che ha svolto “verifiche approfondite per rilevare eventuali situazioni giuridicamente rilevanti, che al momento non sono emerse”. (ANSA).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.