Guerra a Napoli est, due gruppi dei Mazzarella insidiano i Rinaldi. I NOMI

L’omicidio di Luigi Mignano ha rappresentato un nuovo spartiacque nella camorra di San Giovanni a Teduccio. L’agguato mortale contro il cognato del boss Ciro Rinaldi ‘My way’ ha inferto un duro colpo al gruppo del rione Villa che si è visto colpito in casa propria grazie anche (questo ciò che risulta da indagini) all’apporto di qualcuno che, all’interno del rione, ha offerto appoggio logistico ai killer. Qualcuno ha aiutato i sicari, qualcuno ha agevolato il ‘lavoro’ dei killer fornendo supporto indicazioni: ecco dunque che le attenzioni delle forze dell’ordine si sono dapprima concentrate su esponenti del gruppo D’Amico, ‘costola’ dei Mazzarella (nemici storici dei Rinaldi) che abitano proprio nel rione Villa. Il gruppo è quello che al momento ha la reggenza militare della cosca: i ras di via Nuova Villa sono considerati ‘irriducibili’ in quanto hanno molto da perdere. Oltre al potere criminale su San Giovanni e Teduccio rischiano di vedere ridimensionato il loro ‘appeal’ sul rione Villa (diviso a metà con i Rinaldi) e dunque sono quelli più agguerriti nel rispondere colpo su colpo ai rivali. E’ dunque sui ‘Gennarella’ (come vengono chiamati i D’Amico) che si concentrano maggiormente le indagini degli investigatori chiamati a decriptare i contorni dell’omicidio avvenuto all’esterno della scuola Vittorino da Feltre.

L’altro gruppo operativo dei Mazzarella è quello di stanza a San Giorgio a Cremano, paese dove Franco Mazzarella (indicato come il capo del clan) aveva la residenza. Tale gruppo (costituito perlopiù da estorsori e trafficanti) è costituito dall’asse Luongo-Fiume e, secondo le ultime informative delle forze dell’ordine, godrebbe di un’ampia disponibilità economica nonchè di contatti anche con la Sacra Corona Unita di Bari. Si continua dunque a indagare su questa fazione di cui farebbe parte anche il famigerato ‘Uomo nero’, il giovane ras che con le sue scorribande ha creato in passato più di un problema ai Rinaldi. Gli uomini di ‘My way’, sussurrano ‘voci di strada’, starebbero aspettando il momento opportuno per ‘rispondere’ ai nemici.