Grave incidente stradale per Morgan De Sanctis, l’ex portiere azzurro è in terapia intensiva

De Sanctis incidente
Morgan De Sanctis

Grave incidente stradale per Morgan De Sanctis, l’ex portiere azzurro è in terapia intensiva.

Sono ore di paura in casa Roma. Nella notte Morgan De Sanctis, dirigente giallorosso ed ex portiere del Napoli, ha avuto un incidente stradale sulla Cristoforo Colombo per il quale è stato necessario il trasporto d’urgenza al Gemelli. Operato per un’emorragia addominale a De Sanctis hanno asportato la milza ed ora si trova in terapia intensiva.

Grave incidente stradale per Morgan De Sanctis, l’ex portiere azzurro è in terapia intensiva

Inizialmente l’ex portiere aveva deciso di farsi medicare nella clinica Villa Stuart, ma poi un’ambulanza lo ha portato all’ospedale Gemelli per tutti i controlli del caso. Ed è stata la scelta giusta. De Sanctis aveva infatti riportato un’emorragia all’addome ed è stato immediatamente operato per scongiurare il pericolo. L’ex azzurro, a cui hanno asportato la milza, si trova ora in terapia intensiva. Le sue condizioni sarebbero stabili e non è in pericolo di vita.

NON SOLO LA NOTIZIA SU DE SANCTIS, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – “Chiedo scusa ai tifosi e alla squadra”, Osimhen si scusa dopo il tampone positivo

 L‘attaccante del Napoli Victor Osimhen si è scusato per quanto accaduto in Nigeria con i video del party in famiglia. Immagini diffuse dal dj della serata tramite i social. “Mi dispiace per quanto è accaduto. Ho sbagliato ad andare in Nigeria in questo momento, anche se lì ho tanti affetti a cominciare dai miei fratelli. Ho sbagliato a partecipare alla festa a sorpresa non capendo la gravità di quello che stavo facendo. Chiedo scusa alla società, al mister, alla squadra ed ai tifosi”, scrive l’attaccante.

L’attaccante nigeriano, fermo da circa due mesi per un infortunio alla spalla e ormai da qualche settimana in Belgio, per un ciclo di terapie, deve fermarsi stavolta per colpa del virus. Osimhen è asintomatico e non ha avuto contatti con i compagni di squadra. E’ già in isolamento.