Calvizzano. Scappano all’alt, poi vengono catturati e arrestati: trovati con armi, droga e soldi. I NOMI

Hanno forzato un posto di blocco dei carabinieri: arrestati dopo un inseguimento e una successiva perquisizione domiciliare in cui sono state ritrovati armi, droga e contanti. In manette sono finiti Vittorio Felaco di 27 anni e Salvatore Pipolo di 43 anni, entrambi con precedenti penali. Questi i fatti. Nella serata di venerdì Felaco e Pipolo transitavano in viale della Resistenza a bordo di una Fiat Punto. La modalità di circolazione, in pratica una sorta di zig zag stradale, ha insospettito i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Marano diretto dal capitano Francesco Tessitore. A quel punto, i militari dell’Arma della Compagnia di Marano sita in via Lazio guidata dal capitano Gabriele Lo Conte hanno raggiunto la Punto con a bordo i due pregiudicati intimando loro l’Alt. Felaco e Pipolo, però, invece di accostare, sono fuggiti ignorando le disposizioni dei carabinieri. Dopo un inseguimento durato alcuni minuti, entrambi sono stati bloccati dagli uomini della Benemerita. All’interno della vettura sono stati rinvenute 4 bustine di marijuana e una cifra in contati di circa 3500 euro e poi sequestrati. Successivamente i carabinieri hanno effettuato delle perquisizioni domiciliari all’interno di due diverse abitazioni, una dove risiedeva Felaco e l’altra nella disponibilità di Pipolo. Nella casa di Felaco è stata ritrovata una pistola con matricola abrasa all’interno di un vano appositamente costruito in una parte della casa, oltre a 2,5 kg di cocaina, 7.300 euro in contanti ritenuti proventi dell’illecita attività e dei rolex il cui valore non è ancora stato reso noto. Pipolo nella propria abitazione nascondeva invece una pistola con matricola abrasa, circa 900 euro in contanti, 2 bustine di marijuana, (probabilmente per uso personale), una balestra con puntine e uno sfollagente. Ad entrambi, a vario titolo, vengono contestati i reati di detenzione clandestina di armi, detenzione di stupefacenti e resistenza in corso a pubblico ufficiale. Vittorio Felaco e Salvatore Pipolo si trovano attualmente rinchiusi nel carcere di Poggioreale.