Sta spopolando sui social l’ultima iniziativa di Matteo Salvini che, sui social ha lanciato l’hashtag #ioapro e #ioapro1501. Si tratta di una iniziativa a favore dei ristoratori che hanno deciso di non chiudere la propria attività, come invece prevedono i decreti del Governo. A scaternare il ‘tam tam’ è stato un ristoratore di Cagliari, che su Facebook ha scritto “non spengo la mia insegna” e ha lanciato una “protesta pacifica“. E sulla sua scia anche gli altri esercenti, i quali hanno lasciato accese le insegne ed hanno accolto clienti nei locali senza però servirli. L’iniziativa – a cui hanno preso parte ristoratori anche i ristoratori di Napoli e Caserta – partirà dal 15 gennaio, con i locali che resteranno aperti a cena anche per il servizio al tavolo. Ovviamente, non oltre le 22.

A favore dell’iniziativa c’è Matteo Salvini. Il leader della Lega ha appoggiato i risoratori dopo l’ulteriore stretta del Governo con le misure anticovid. «Basta Conte e Renzi – l’intervento del politico su una diretta Facebook – Ora parliamo di vita vera: dobbiamo essere cauti, portare le mascherine, distanze, ma c’è anche il diritto al lavoro e alla vita, altrettanto sacrosanto. Ora mi collego con Umberto animatore dell’iniziativa Ioapro».

#IoApro, anche a Napoli sbarca l’hashtag che difende i ristoratori

Ci è voluto pochissimo affinché anche i ristoratori napoletani si aggregassero all’iniziativa. I nodi della ‘rivolta’ – riporta Il Mattino – sono due: restare aperti a cena il 15 gennaio, poi una possibile “marcia su Roma” in programma da Teano, dove oggi arriveranno da Napoli centinaia di auto. Per la riuscita delle protesta – hanno fatto sapere i commercianti – sarà fondamentale un alto numero di adesioni.

La marcia dei ristoratori contro il Governo: “Fateci lavorare”

Singolare protesta dei ristoratori campani . Circa un centinaio di auto ma altre di stanno aggregano stanno percorrendo l’autostrada A1 da Napoli in direzione Roma rallentando il traffico. Il corteo è diretto a Roma con l’intento di obbligare il governo alla immediata ripresa delle attività o a provvedere con misure alternative immediate e adeguate.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.