antonio verde
Nella foto Antonio Verde, console italiano in Egitto ucciso dal Covid

Un terribile lutto ha colpito la comunità di Giugliano per la morte di Antonio Verde. Il 60enne, vice capo missione dell’ambasciata italiana a Il Cairo in Egitto, è deceduto questa mattina a seguito delle complicanze legate al Covid. Le sue condizioni si erano drasticamente aggravate nelle ultime ore fino al decesso.

Antonio Verde era originario di Giugliano. Laureatosi in Scienze Politiche all’Orientale di Napoli, aveva iniziato la carriera diplomatica nel 1990. Incarichi importantissimi i suoi, prima all’ambasciata italiana a Tokyo, poi a Mosca, e ancora a Strasburgo e a Sidney. Proprio in Australia ricoprì per la prima volta la carica di Console.
Dopo l’incarico diplomatico a Los Angeles, come riportato da napolitoday.it,  il trasferimento all’ambasciata italiana in Egitto. Viene ricordato da tutti per la sua umanità e per la sua cultura. Nel 2017, da console a Los Angeles, fece rientrare a Napoli l’importante statuetta di “Zeus in trono”, un’opera in marmo raffigurante il sovrano dell’Olimpo, risalente al primo secolo a.C., trafugata e quindi finita nel 1992 al museo Getty di Los Angeles.

In queste ore sono decine e decine i messaggi di dolore e cordoglio per la famiglia del 60enne. “La città perde un uomo di grande cultura e spessore, siamo affranti” si legge nei gruppi Facebook cittadini.

antonio verde
Nella foto Antonio Verde, console italiano in Egitto ucciso dal Covid

Un terribile lutto ha colpito la comunità di Giugliano per la morte di Antonio Verde. Il 60enne, vice capo missione dell’ambasciata italiana a Il Cairo in Egitto, è deceduto questa mattina a seguito delle complicanze legate al Covid. Le sue condizioni si erano drasticamente aggravate nelle ultime ore fino al decesso.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.