“Vaccini in base al reddito della Regione”, bufera sulle parole della Moratti

Polemica sui vaccini
Polemica sui vaccini

Il vaccino anti-coronavirus è un diritto di tutti gli italiani. Non c’entra la ricchezza dei territori in cui gli abitanti vivono. Roberto Speranza replica quasi immediatamente a Letizia Moratti. Una risposta arrivata nel giro di poche ore da parte del ministro della Salute verso l’assessore al Welfare e, appena insediata, vicepresidente della Regione Lombardia. Avevano molto fatto discutere le parole di Moratti che aveva proposto di proporzionare la distribuzione del vaccino alla ricchezza dei territori. Il ministro avrà ritenuto necessario il suo intervento sulla questione.

La risposta di Speranza a Letizia Moratti

“Tutti hanno diritto al vaccino indipendentemente dalla ricchezza del territorio in cui vivono. In Italia la salute è un bene pubblico fondamentale garantito dalla Costituzione. Non un privilegio di chi ha di più”, ha sancito quindi il ministro Speranza scrivendo la sua replica sulle sue pagine sui social network.

Le parole di De Luca

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Leggo con sconcerto le affermazioni della signora Moratti a sostegno di una distribuzione di vaccini legata al Pil delle diverse regioni. Si fa fatica a credere che si possa subordinare l’uguale diritto alla vita di tutti, a dati economici. Si direbbe che siamo a un passo dalla barbarie. La signora Moratti è persona intelligente e civile. Mi auguro che voglia chiarire che si è trattato di un’affermazione non meditata, che non risponde alle sue convinzioni”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.