Dramma a Qualiano, la morte di Vera sconvolge la città: una vita spesa per i suoi ideali

Una terribile notizia ha sconvolto nelle ultime ore la comunità di Qualiano per la morte improvvisa di Vera Manco. La giovane, 36 anni circa, era molto conosciuta per le sue battaglie ambientaliste inizate alla tenera età di 13 anni. Vera, laureata in lettere classiche e insegnante di italiano, ha dedicato tutta la sua vita per difendere i suoi ideali. A 17 anni entra a far parte del coordinamento provinciale napoletano dei giovani comunisti.

Candidata alla Camera dei Depurati con Potere al Popolo in Basilicata, viveva a Potenza ma non ha mai perso il legame con la sua terra, i suoi parenti ed amici. 

Vera ha frequentato il liceo Cartesio di Giugliano. Un post di dolore è arrivato anche dall’ex sindaco di Qualiano Ludovico De Luca:

 

“Resto costernato… incredulo….senza parole.
Quanto accaduto è iverosimile.
La morte improvvisa di Vera è un qualcosa che mi causa uno sconfinato dolore.
Ho chiamato Raffaele e per un attimo sono stato senza parole. Cosa avrei potuto dirgli? Quali parole avrei dovuto pronunciare per esprimere il mio dolore e la mia vicinanza a lui e a tutti?
Una telefonata che non avrei mai immaginato di fare: chiedere come sia potuto succedere. Eppure l’ho fatta e non so se ho pronunziato le parole giuste, ho pronunziato quelle che mi uscivano dal cuore ma forse in un momento del genere il silenzio, le lacrime e la preghiera sono gli atteggiamenti più consoni per
sopportare il peso della morte improvvisa di una giovane donna che si stava aprendo alla vita”.