24 C
Napoli
mercoledì, Ottobre 5, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Stretta alla movida di Napoli, pronte le chiusure anticipate di locali e bar


La movida di Napoli potrebbe subire una nuova stretta, infatti, il sindaco Gaetano Manfredi dovrebbe disporre la chiusura anticipate di bar e locali. La conferma arriva dal prefetto di Napoli, Claudio Palomba, che ha parlato di questo orientamento normativo in un’intervista al Gr1: “Con il sindaco stiamo verificando l’attuabilità di una regolamentazione degli orari di chiusura notturna dei locali pubblici, anticipando quelli di bar e luoghi di ritrovo. Giovedì in prefettura si riunisce il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Movida violenta a Napoli, rissa tra giovanissimi a colpi di casco

Movida violenta a Napoli. Rissa tra giovanissimi a colpi di casco denunciata da Francesco Emilio Borrelli: “Cittadini esasperati, servono misure restrittive su orari e controlli serrati su licenze, vendita alcolici e uso mascherine”. I residenti: “Situazione fuori controllo, rassegnati a una nuova estate d’inferno”.

Le parole di Francesco Emilio Borrelli

“L’ennesima rissa tra giovanissimi all’esterno dell’Università Orientale di Napoli, ha animato il sabato notte degli incivili e dei violenti. Uno scontro per futili motivi tra due gruppi che non hanno esitato a utilizzare caschi e oggetti contundenti per colpire. Attimi di panico tra i presenti e fuggi fuggi generale prima che tornasse la calma. E’ la movida violenta che oramai è triste consuetudine tra i ragazzi che sembrano incapaci di stare assieme senza menare le mani, offendere, aggredire. Dalle immagini si vede anche che nessuno di loro aveva la mascherina nonostante l’enorme assembramento. Una situazione critica alla quale si risponde con misure restrittive sugli orari e controlli serrati su licenze, occupazioni di suolo, rispetto del divieto di vendita alcolici e utilizzo delle mascherine”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto il video dai residenti indignati.

Il comitato residenti

“Siamo esasperati – dichiara A.S. a nome del comitato residenti – dal centro storico ai quartieri spagnoli, abbiamo fatto denunce ed esposti ma è servito a poco! Chiamiamo ogni sera il 113 ma nessuno si presenta. La nostra parte la facciamo ma adesso aspettiamo risposte concrete dalle istituzioni. Siamo alle porte dell’ennesima stagione estiva che, nonostante divieti e limitazioni Covid che sembrano non valere in questo quartiere, sarà ancora una volta un inferno tra risse, schiamazzi e violenze”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Giugliano. Nodo giunta, Pirozzi diviso tra azzeramento e rimpasto: in pochi sicuri della riconferma

Più che un rimpasto potrebbe essere una vera e propria rivoluzione. A due anni esatti dall'elezione, il sindaco Nicola...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria