Mugnano. Prove elettorali in Consiglio: Sarnataro rafforzato, Schiattarella fermo al palo

elezioni comunali mugnano 2020 sarnataro schiattarella
Sarnataro e Schiattarella

Per molti sarebbe dovuto essere il Consiglio della resa dei conti ed invece ieri sera il sindaco Luigi Sarnataro è uscito rafforzato dall’aula, grazie ai voti favorevoli di 3 esponenti dell’opposizione. Ezio Micillo, Anna Iacolare e Raffaele Mandara hanno votato, infatti, il regolamento e le aliquote Imu insieme alla maggioranza. Ancora una scelta diversa rispetto agli altri colleghi di opposizione Luigi Iossa, Renato Verrazzo, Vincenzo Cardone, Genny Santopaolo e Umberto Zucconelli che hanno optato per l’astensione. Con la maggioranza hanno inoltre votato i dissidenti democrat Schiattarella e Assunto.

PRENDE FORMA IL PATTO DI NATALE TRA SARNATARO E PORCELLI

Dunque si è palesato pubblicamente l’accordo elettorale denominato Patto di Natale. Infatti le liste civiche di Micillo e di Giovanni Porcelli sono vicine ad accordarsi con le forze di  maggioranza di Sarnataro. Un’intesa che avrebbe l’obiettivo di sostenere da una parte il primo cittadino uscente. Dall’altra la candidatura dell’attuale presidente dell’Arpac al Consiglio Regionale con Campania Libera.

SARNATARO: “ALLARGARE LA MAGGIORANZA SUL MODELLO DE LUCA”

Sarnataro è quindi intenzionato ad allargare la maggioranza sul modello del governatore Vincenzo De Luca: “E’ importante aver ottenuto il voto favorevole di 3 consiglieri di minoranza, insieme ai quali vogliamo costruire un bilancio d’emergenza. Ritengo importante la costruzione di una coalizione ampia sul modello De Luca. Inoltre mi fa piacere che il Presidente Schiattarella, con il quale condividiamo l’attività politica da ormai dieci anni, non abbia preso le distanze dall’amministrazione. Sebbene nell’ultimo anno ci siano state delle divergenze con la mia maggioranza, probabilmente frutto di pressioni politiche esterne e di strategie elettorali“.

IL CIVISMO ALTERNATIVO A SARNATARO

Dall’ultimo consiglio comunale viene così fuori un quadro politico del tutto nuovo e che avrà con ogni probabilità un riflesso nella composizione delle liste. Da mesi, però, tanti esponenti politici e consiglieri comunali stanno cercando di costruire una coalizione civica alternativa a quella di Sarnataro. Oltre a Schiattarella al tavolo politico si sono seduti Verrazzo dell’Upm, Cardone, alcuni esponenti del Movimento Cinque Stelle, Mario Imbimbo di Voce ‘e Popolo, componenti di Mugnano Futura, Santopaolo in rappresentanza della lista SiAmo Mugnano, i Verdi di Mario Mauriello, Gennaro Assunto e l’ex segretario del Pd Andrea Cipolletta.

LE PAROLE DI SCHIATTARELLA: “NON HO RICEVUTO NESSUNA INVESTITURA”

Ieri alcuni politici attendevano le dimissioni del presidente del Consiglio, gli stessi che stanno cercando di costruire con lui una coalizione improntata al civismo. Se Schiattarella avesse preso le distanze dall’attuale maggioranza, avrebbe potuto ottenere un’importante investitura nel progetto elettorale apartitico. Dopo i rumors delle ultime ore il diretto interessato ha dichiarato: “Non ho avuto nessuna investitura e nemmeno l’ho chiesta. Al netto di una serie di incontri dove non è stato sottoscritta nessuna bozza di programma né condiviso alcun manifesto politico, non capisco perché queste forze politiche aspettavano un segnale di discontinuità. Da parte mia restano le criticità espresse nei confronti dell’attuale amministrazione“.

CREPE NELLA COALIZIONE CIVICA

Santopaolo ha così commentato il voto favorevole espresso da Micillo, Iacolare e Mandara: “Il cosiddetto gruppo dei responsabili chiese pubblicamente la riduzione delle aliquote Imu, ieri invece le ha confermate in toto. Decisione che potrebbe essere letta alla luce delle prossime elezioni. – il rappresentate consiliare della civica SiAmo Mugnano è intervenuto anche sul caso SchiattarellaDopo i comunicati e i malumori esternati pubblicamente, ci aspettavamo che il Presidente marcasse la sua distanza politica da quest’amministrazione“.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook