«Napoli è la città con rischio vulcanico più alto al mondo», la denuncia dell’Ingv

«Napoli è la città con rischio vulcanico più alto al mondo», la denuncia dell'Ingv
«Napoli è la città con rischio vulcanico più alto al mondo», la denuncia dell'Ingv

L’area napoletana è quella che ha il più alto rischio vulcanico al mondo. Circa tre milioni di persone abitano, infatti, a circa 20 km da una possibile bocca vulcanica. A denunciarlo è Giuseppe De Natale, dirigente di ricerca dell’Ingv (Istituto Nazionale Geofisica Vulcanologia).

«Il rischio vulcanico più alto al mondo è quello dell’area napoletana, per la presenza di molteplici aree vulcaniche caratterizzate da altissima esplosività, estremamente popolate: Vesuvio, Campi Flegrei e Ischia, oltre ad altre possibili sorgenti di eruzioni ignimbritiche nella Piana Campana».

«Stabilire le residenze all’esterno dell’area vulcanica»

«In queste aree si deve poter lavorare, fare turismo, cultura e svago; ma stabilendo residenza permanente al di fuori di esse. Solo in tal modo è ipotizzabile predisporre piani di evacuazione programmata, in caso di chiari segnali pre-eruttivi, che possano funzionare sia in termini logistici sia economici: considerando anche il carattere empirico e l’intrinseca incertezza della previsione delle eruzioni», ha infine concluso il dirigente di ricerca.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK