“Pizzo alla ditta di Giugliano che ha asfaltato le strade a Qualiano”, la vittima ottenne lo sconto grazie al pentito

Pizzo alla ditta di Giugliano che si è occupato di asfaltare le strade di Qualiano. A svelare il retroscena è il pentito Vincenzo Di Maro. Parlando dei rapporti di Antonio Guercia, detto ‘o spagnuolo, con il pentito Filippo Caracallo, nell’interrogatorio del luglio del 2013 disse:  “Quando ero libero, nel 2012 frequentava Caracallo Filippo e spesso se avevo bisogno di parlare con Filippo Caracallo mi rivolgevo a lui. Caracallo Filippo, inoltre, è intervenuta quando due soggetti mandati da me a parlare con un imprenditore di Giugliano che stava asfaltando le vie principali di Qualiano. Mi riferì che aveva detto che aveva vinto l’appalto per un importo di 40.000 euro. A me sembrava un prezzo troppo esiguo per i lavori che dovevano essere eseguiti e andai a parlare con omissis (un noto politico di Qualiano), il quale mi riferì che, in realtà l’importo dell’appalto’ era superiore ai centomila euro. Pertanto riparlò con l’imprenditore chiedendogli una tangente di 5000 euro. Dopo quella richiesta la vittima si rivolse a Caracallo Filippo che chiese di incontrarmi tramite questo Guercia. Caracallo mi disse che ci dovevamo accontentare di 3000 euro”.