Hanno sequestrato una ragazza disabile di 22 anni, l’hanno stuprata e si sono scambiati i video tra loro. Tre persone sono state arrestate questa mattina dagli agenti dagli agenti del commissariato di Maddaloni. Le manette sono scattate dopo un’indagine coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere.

Pasquale Ianniello, Francesco Cimmino e Monica Vetrano. Sono questi i nomi delle persone che hanno abusato della giovane ragazza, rispettivamente di 64, 35 e 41 anni. Le accuse sono quelle di violenza sessuale di gruppo, sequestro di persona, lesioni, “revenge porn” e stalking. Delitti commessi ai danni di una 22enne affetta da un grave deficit cognitivo.

Dopo la denuncia da parte del padre della vittima, sporta dopo che quest’ultima è scomparsa di casa, la polizia ha avviato le indagini. Una volta iniziate le ricerche, però, la giovane è tornata a casa accompagnata da uno dei tre aguzzini alcuni giorni dopo. Dopo la segnalazione e l’identificazione dei responsabili, la polizia ha recuperato i video degli abusi in cui, gli autori dello stupro, cercavano di costringere la ragazza ad incolpare suo padre degli abusi.

La 22enne, affetta da problemi cognitivi, è stata sequestrata e costretta a seguire i tre nell’abitazione di uno di questi, in zona Maddaloni. Una volta giunti sul luogo stabilito, le hanno sequestrato il cellulare e picchiata con un bastone di legno. Poi lo stupro. I video – ritrovati sui cellulari degli indagati – hanno permesso di incastrare le tre persone colpevoli della vergognosa vicenda.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.