Ok dal governo alla riapertura degli stadi, ma i tifosi non potranno esultare

riapertura stadi
Il pensiero del Viceministro alla Salute

Il governo ha dato di fatto l’ok alla riapertura degli stadi, ma i tifosi, seppur presenti sugli spalti, non potranno esultare in caso di gol della propria squadra del cuore.

E’ quanto si evince dalle parole del viceministro per la Salute Pierpaolo Sileri intervenuto ai microfoni di ‘Agora” su Raitre.

“Benissimo le partite, anche riaprire gli stadi ma con regole ferree. Gli abbracci nelle esultanze, ad esempio, si possono evitare. La medicina è fatta di calcolo del rischio, lo zero ci potrà mai essere, ma è chiaro che abbracciarsi o esultare è una cosa che si può tranquillamente evitare”.

Riapertura stadi, le precisazioni del viceministro Sileri

“Il contatto fisico fa parte del lavoro, ma l’esultanza e gli abbracci sono una cosa extra che aumenta il rischio di contagio. Li dove si può evitare un contatto è bene farlo”, ha aggiunto. “Io avrò una cena con i miei amici e non potremo abbracciarci perché farlo significherebbe rompere delle regole di buon senso”, ha puntualizzato Sileri.

Fase 2, il viceministro Sileri ci riprova: “Per me un vero amico è come un  familiare” | Il Primato Nazionale
Il Senatore Pierpaolo Sileri è il Vice Ministro della Salute nel secondo Governo Conte. Ha giurato a Palazzo Chigi il 16 settembre 2019. Nato a Roma il 25 agosto 1972, consegue la laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998. Specialista in chirurgia dell’Apparato digerente dal 2005, master in Scienze chirurgiche (University of Illinois Usa, 2002), dottore di ricerca in Robotica e innovazioni informatiche applicate alle scienze chirurgiche. Ricercatore dal 2008 e dal 2012 Professore Associato di Chirurgia Generale presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Nel 2013 consegue l’abilitazione a Professore Ordinario.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK