Sant’Antimo. Dipendente picchiato nell’Asl, chiuso lo sportello delle prenotazioni

Lo sportello del Centro Unico Prenotazioni della sede di Sant’Antimo dell’ASL Napoli 2 Nord ha dovuto interrompere temporaneamente le attività a causa di una grave carenza di personale provocata da un’aggressione ai danni di un impiegato verificatasi a inizio ottobre.

Il sig. A.L dipendente dell’ASL Napoli 2 Nord, infatti, è stato aggredito nei primi giorni del mese da un cittadino straniero mentre stava svolgendo l’attività di sportello. A seguito di tale episodio, che aveva richiesto anche l’intervento dei Carabinieri, il dipendente dell’Azienda è stato soccorso dal servizio 118 e si è dovuto sottoporre alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso del San Giovanni di Dio di Frattamaggiore. Il secondo dipendente che in genere è deputato a svolgere l’attività di sportello è indisponibile in questi giorni per malattia.

L’eccezionalità e la gravità dell’episodio e la grave carenza di personale amministrativo hanno temporaneamente impossibilitato lo svolgimento dell’attività di sportello presso la sede di Sant’Antimo. Tuttavia, il servizio di prenotazione delle prestazioni sanitarie è sempre possibile presso la vicina sede di Frattamaggiore in via Padre Mario Vergara 228 (a meno di sei chilometri di distanza) che garantisce il servizio di sportello cinque giorni su sette e due pomeriggi a settimana. Le prenotazioni delle visite, inoltre, possono sempre essere effettuate gratuitamente da casa sul sito web dell’Azienda o presso le farmacie convenzionate al costo di 1,5 euro.

 

L’ASL Napoli 2 Nord sta lavorando per adottare le soluzioni organizzative utili a permettere quanto prima la riapertura dello sportello CUP di Sant’Antimo. ​