Era stato beccato con più di 4 chili di hashish al Rione Traiano. Eppure il gip del tribunale di Napoli Antonio Baldassarre (XXIII sezione) ha sì convalidato l’arresto ma ha concesso ad Alfredo Marigliano il beneficio degli arresti domiciliari. Merito delle argomentazioni difensive dei suoi legali, gli avvocati Leopoldo Perone e Antonio Rizzo che sono riusciti a convincere il gip della carenza di presupposti così gravi da determinare la custodia in carcere.

Ad effettuare l’arresto erano stati gli agenti del Commissariato San Paolo che, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, nel transitare in via Orazio Coclite avevano notato l’uomo che, dopo aver chiuso la porta d’ingresso di un box auto, si era seduto su uno scooter in sosta e, alla loro vista, aveva tentato di allontanarsi. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato trovandolo in possesso delle chiavi del box e, una volta entrati, hanno rinvenuto nell’auto  parcheggiata all’interno un borsone contenente 49 panetti di hashish del peso di circa 4,8 chilogrammi.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.