Giornata nera in provincia di Napoli, 3 persone si tolgono la vita in 24 ore

Nella giornata di ieri si sono registrati tre suicidi nel giro di 24 ore [Foto d'archivio]
Nella giornata di ieri si sono registrati tre suicidi nel giro di 24 ore [Foto d'archivio]

Momenti di dolore quelli che sta vivendo la comunità di Pomigliano in questi giorni. Nelle ultime ore, infatti, si sono registrati due suicidi nel Comune vesuviano. Il primo è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì, in un appartamento di via Principe di Piemonte. Il corpo dell’uomo, però, è stato scoperto soltanto nella serata di ieri. L’uomo aveva 47 anni, viveva da solo e si sarebbe tolto la vita con un colpo di pistola. Prima del gesto, inoltre, avrebbe lasciato un messaggio alla compagna dalla quale si stava per separare.

L’altro suicidio, invece, riguarda una 60enne. Erano le 19 di ieri quando una donna si è lanciato dal balcone della propria abitazione, precipitando dal secondo piano. Le forze dell’ordine sono intervenute sul posto per chiarire le dinamiche di entrambi i folli gesti.

Non solo i suicidi a Pomigliano, tragedia anche ad Afragola

Non è solo la comunità di Pomigliano a piangere. Anche ad Afragola – riporta il sito Minformo-  i carabinieri sono intervenuti dopo la segnalazione di un suicidio di un giovane di 37 anni.

Sono dunque 3, in totale, le persone che si sono tolte la vita in provincia di Napoli, lasciando nello sconforto amici e parenti sconvolti dopo l’apprensione delle tragiche notizie.

Le altre notizie | Grave incidente in provincia di Napoli, Vincenzo muore in sella allo scooter

Drammatico incidente ieri a Pollena Trocchia, in provincia di Napoli. Nel frontale tra uno scooter e un’automobile ha perso la vita un giovane di soli 40 anni. L’episodio che ha visto coinvolto il giovane è accaduto nel tardo pomeriggio in località Carcavone. Purtroppo, per il giovane a bordo del mezzo a due ruote, i soccorsi si sono rivelati inutili. Vincenzo Beato, questo il nome della vittima riportato da ‘Il Mattino’, non ce l’ha fatta.

Vincenzo Beato viveva lì vicino

La vittima dell’incidente a Pollena Trocchia si chiamava Vincenzo Beato, viveva con i genitori poco distante il luogo dello schianto e lavorava nel settore della panificazione.

Poco dopo, sul posto sono giunti i carabinieri del nucleo Radiomobile di Torre del Greco ed una pattuglia della locale tenenza. Si cerca di accertare la dinamica di quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembra che lo scontro frontale si sia verificato nella zona a monte della città. Nello specifico tra piazza Amodio e la strada secondaria che porta nella località Carcavone.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.