Coronavirus, telecamere per beccare chi non rispetta la quarantena

(ANSA) – FORLÌ, 25 MAR – Non solo droni per i controlli anti assembramento in emergenza coronavirus. A Forlì anche le telecamere di sorveglianza pubblica installate in città contribuiranno a monitorare chi non rispetta le restrizioni imposte. Il Comune romagnolo fa sapere di aver installato uno speciale software che permette alle 164 telecamere che sorvegliano la città di rilevare la presenza di più di tre persone a distanza ravvicinata, facendo scattare l’allarme nelle centrali di Polizia locale, Carabinieri e Polizia.

 

Telecamere per controllare chi non rispetta le regole anti Coronavirus

Le forze dell’ordine potranno osservare le persone che circolano e inviare sul posto una pattuglia. Questa verificherà se la loro presenza è giustificata, così come prevedono le misure dell’ultimo decreto. “Queste misure sono necessarie per tutelare al massimo la comunità forlivese. – Precisa Daniele Mezzacapo, vicesindaco -. Purtroppo fra la quasi totalità della popolazione che si è comportata con grandissimo senso civico c’è ancora qualcuno che antepone i propri bisogni mettendo a rischio gli altri cittadini”.

 

 

 

Le forze dell’ordine potranno osservare le persone che circolano e inviare sul posto una pattuglia. Questa verificherà se la loro presenza è giustificata, così come prevedono le misure dell’ultimo decreto. “Queste misure sono necessarie per tutelare al massimo la comunità forlivese. – Precisa Daniele Mezzacapo, vicesindaco -. Purtroppo fra la quasi totalità della popolazione che si è comportata con grandissimo senso civico c’è ancora qualcuno che antepone i propri bisogni mettendo a rischio gli altri cittadini”.