Cannavaro, Hamsik, Maggio, Inler e Zuniga: il tributo al ‘Pocho’ dopo il suo addio

L’annuncio di Lavezzi, quello in cui ha spiegato di voler appendere gli scarpini al chiodo, ha spezzato il cuore al mondo del calcio e non solo ai napoletani. L’argentino, ex Napoli e PSG, si è ritirato dal calcio giocato e, subito dopo, è arrivata una raffica di dediche nei suoi confronti per omaggiarlo. Dai compagni a Napoli fino a quelli in Francia, passando anche per chi lo ha soltanto visto giocare ed è cresciuto guardando le sue cavalcate in campo.

Tra i compagni in azzurro, a scrivere a Lavezzi particolari dediche, sono stati Paolo Cannavaro, Inler, Hamsik, Maggio e Zuniga.

Le dediche a Lavezzi

CHRISTIAN MAGGIO – «Amico mio oggi hai deciso di appendere le famose scarpette al chiodo e mi dispiace tantissimo perché mi sarebbe piaciuto vederti ancora correre, ma come in tutte le belle storie c’è un inizio e c’è una fine . Ci siamo divertiti un mondo a giocare insieme, siamo stati compagni di avventure dentro e fuori dal campo e mi sembra ieri quando ti passavo la palla e ti dicevo vai Pocho pensaci tu! E tu quella palla la mettevi sempre al posto giusto al momento giusto e risolvevi la partita. Questo sei tu un piccolo grande uomo che fa la differenza! Buona fortuna amico mio ti auguro il meglio in tutto per tutto e che la tua nuova storia sia ricca e piena di soddisfazioni!».

PAOLO CANNAVARO – «È arrivato anche per te il momento di appendere gli scarpini al chiodo. Questa maglia, la tua ultima maglia, la terrò custodita tra i miei ricordi più cari. Mi mancherà non sperare di poterti incontrare su qualche campo da calcio in giro per il mondo, perché in quei pochi minuti che scambiavamo qualche chiacchiera a fine gara, era un modo per fare un piacevole tuffo nel passato e sorridere insieme. Oggi quando ti ho abbracciato e chiesto: Come ti senti Pocho?” Nella tua risposta è nei tuoi occhi ho avuto conferma di quanto tu amassi questo gioco! Oggi il destino ha voluto che nella tua ultima gara, in un paese molto lontano e lontano dai tuoi affetti, almeno io fossi lì con te. Te quiero Pocho».

HAMSIK – “Sedici luglio 2007. Ecco la data che mi rimane nel cuore per sempre. La nostra presentazione con quella maglia che ci rappresenterà per sempre e con quale siamo stati e siamo amati ancora. Quel giorno ho conosciuto una splendida persona fuori dal campo e un fuoriclasse in campo. Grazie Pocho. Ti voglio bene. Ti saluto e faccio in bocca al lupo per le nuove avventure”, scrive Marekiaro su Instagram.

INLER – «Ho avuto la fortuna di condividere con te anni bellissimi a Napoli. Insieme abbiamo lottato e vinto! Sei unico… serio e scherzoso nello stesso momento. Ma sei sempre stato una grande bella persona. Pocho sempre nel cuore».
ZUNIGA – «Parcerooo !! È sempre stato un piacere condividere con te il tempo dentro e fuori dal campo! Sai che ti voglio così tanto bene! Ti auguro tanti successi in questa nuova tappa, chiamasti il tuo cane Camilo talmente che mi volevi bene! Ah se ci divertivamo».