Sant’Antimo. Offende operato vigili urbani in gruppo Facebook, denunciata

In questi giorni molto particolari, dove la Polizia Locale di Sant’Antimo diretta e coordinata nelle attività personalmente dal Comandante Colonnello Antonio Piricelli sta profondendo un notevole sforzo e mettendo in campo ogni tipo di azione finalizzata a far rispettare i Decreti Legge, Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e le Ordinanze del Presidente della Regione Campania, per un solo fine la tutela della salute dei cittadini, una signora senza motivazione sul Social Network Facebook Gruppo Sei di Sant’Antimo se ha pubblicato un post molto forte grave che lede gravemente l’immagine, il decoro, la dignità, la professionalità e la moralità di Donne ed uomini, mamme e papà che compongono il Comando di Polizia Locale del Comune di Sant’Antimo.

Il post pubblicato in Sei di Sant’Antimo se

La Signora, senza specificare, nel suo post molto commentato da altre persone, ha scritto : “ Che schifo di paese il nostro …… Ma cosa ci fa tutta sta gente per strada ???? Perché alcuni negozi dovrebbero stare chiusi (da decreto ) sono aperti? Ah già dimenticavo ……. siamo in un paese di corrotti, dove i vigili e non solo, alcuni negozi li chiudono perché sono loro amici e/o parenti o perché no,magari in tempi di quiete ne traggono beneficio. Che vergogna neanche in situazioni di emergenza si pensa al benessere della popolazione e intanto a Sant’Antimo i numeri di contagiati aumenta”.

 

Vigili urbani impegnati in prima linea in questa emergenza

La cosa grave che molti Poliziotti Locali potrebbero usufruire delle norme contenute nel decreto per starsene a casa vicini ai propri cari e non rischiare. Ed invece spinti dall’attaccamento alla divisa, dalla responsabilità che il ruolo impone, dal senso del dovere ogni giorno insieme al Comandante Piricelli sono in prima linea per salvaguardare e tutelare la salute di tutti i cittadini continuando nei controlli giornalieri sia di persone che di attività commerciali.

 

I controlli della Polizia Municipale di Sant’Antimo

Numerosi gli utenti e le attività controllate in questo particolare periodo finalizzato alle misure di contenimento del Coronavirus. Denunciati cittadini per inottemperanza ai DPCM ed alle Ordinanze, chiuse attività prive di autorizzazione ed elevati verbali. Sequestrate mascherine per frode, elevati numerosi verbali al Codice della Strada, non dimenticando le attività di raccordo con il C.O.C. , con la ASL e con gli utenti per segnalazioni dei viaggiatori. Un Comando di Polizia Locale che da maggio 2019 mese in cui si è insediato il Comandante Piricelli, ad oggi senza sosta, sotto la direzione dello stesso, ha posto in essere una innumerevole quantità di azioni che vanno nel segno della legalità.

 

Denunciata per diffamazione a mezzo stampa

Numerosi i sequestri in materia ambientale e terra dei fuochi, sequestri in materia edilizia, un arresto per estorsione e ricettazione. Sequestri, inoltre, di attività del settore sanitario prive di autorizzazioni , chiusura di attività commerciali prive di SCIA e denunce varie. Per la grave diffamazione a mezzo social network pubblicata, alla pari della diffamazione a mezzo stampa, la signora è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria.