21.9 C
Napoli
giovedì, Giugno 13, 2024
PUBBLICITÀ

CDR, INTESA ALLA REGIONE

PUBBLICITÀ

NAPOLI — Una delegazione del quartiere di Ponte Riccio di Giugliano si è presentata direttamente in Regione, ieri mattina. Per protesta-re
rispetto alle condizioni ambientali, ma soprattutto per incontrare il vicecommissario ai rifiuti Massimo Paolucci ed il subcommissario
Giulio Facchi. A guidarla c’era Andrea D’Alterio, presidente della circoscrizione di Giugliano centro, che conta circa 70 mila abitanti. Insieme
con i consiglieri comunali Pietro Ciccarelli e Francesco Mallardo ed i consiglieri circoscrizionali Tilde Adamo, Francesco Cacciapuoti e Ma-ria
Laura Iannone. L’incontro sembra sia stato produttivo, visto che D’Alterio spiega soddi-sfatto: «Ci siamo aggiornati ad oggi pomeriggio.
Ci incontreremo in una località segreta, per effettuare con loro un sopralluogo. Ma sembra che le nostre richieste siano state accolte. Abbiamo
proposto, ad esempio, che sia designato un rappresentante del Comune di Giugliano, un esperto di parte, da in-serire
in tutta la filiera dei controlli delle discariche e del Cdr. Poi abbiamo parlato anche del problema delle
isoballe. Attualmente vengono stoccate a Giugliano. Ma noi chiediamo che ci sia un piano esteso a tutto il territorio regiona-le.
Contemporaneamente chiediamo anche il risanamento di una zona a forte disastro ambientale. E cioè tutta l’area del mercato ortofrutticolo, fino
ad arrivare al Lago Patria. Zone dove per decenni hanno insistito discariche illegali ed abu-sive. E poi, infine, chiediamo che anche il Cdr ab-bia
gli stessi standard qualitativi di Caivano». Ma ieri hanno incontrato i vertici della Regio-ne anche i rappresentanti di Legambiente, tra
cui Raffaele Del Giudice: «Abbiamo consegnato un vademecum con le venti priorità ambientali per Giugliano. Ci chiediamo, ad esempio,
perché l’impianto non funzioni come quello di Caivano. E ancora, perché sinora il commissariato straordinario dei rifiuti non abbia parlato
di bonifica e di raccolta differenziata. Il peso delle discariche, in termini ambientali, nell’area di Giugliano è altissimo. Ecco perché ci saremo
anche noi, con i nostri tecnici, oggi pomeriggio». E Salvatore Ronghi, capogruppo di An in consiglio regionale, avverte: «Il peggior cieco è quel-lo
che non vuol vedere. Lo conferma quanto sta avvenendo nella nostra regione relativamente all’emergenza rifiuti. Facchi afferma che le no-stre
accuse sono strumentali, Paolucci minimizza il problema della discarica di Giugliano. Il che significa far finta di non accorgersi di
quanto sta succedendo. Nessuno dei due prova a darci la chiave di lettura per farci capire come mai siamo in questo disastro ambientale».

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Caro rc auto, la questione giunge a Palazzo Giustiniani

Le disuguaglianze territoriali dei premi assicurativi, il numero crescente di veicoli circolanti senza assicurazione, il dilagante fenomeno delle immatricolazioni...

Nella stessa categoria