Aggressione durante i festeggiamenti
Aggressione durante i festeggiamenti

Centinaia di persone si trovavano intorno a mezzanotte a festeggiare con caroselli di auto e a piedi l’approdo in finale a Euro 2020 della Nazionale, quandoin piazza Principe Umberto un 31enne di Meta di Sorrento è stato aggredito e malmenato da 5 ragazzi tra i 16 ed i 22 anni.

Il giovane, R.A.I, era arrivato a Castellammare per assistere alla partita dell’Italia in uno dei locali sul lungomare. Terminato il match, in compagnia di un amico, si è spostato nei pressi di Piazza Principe Umberto dove un gruppo di ragazzi lo hanno accerchiato e malmenato, colpendolo anche con i caschi.

Dopo averlo picchiato, come riportato da stabiachannel.it, il gruppo si sarebbe allontanato ed il 31enne presentava diverse ferite ed il volto tumefatto. Per questo, costretto a ricorrere alla cure del pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo. Qui i medici del nosocomio stabiese gli hanno diagnosticato una “contusione cranica da aggressione” giudicata guaribile in 10 giorni salvo complicazioni.

Questa mattina, infine, si è recato presso il comando dei carabinieri di Piano di Sorrento dove ha sporto regolare denuncia contro ignoti. Il 31enne ha riferito che non saprebbe riconoscere gli aggressori. Alla base del pestaggio potrebbero esserci diverbi avvenuti nei giorni precedenti con persone dell’hinterland napoletano.

Ad Avellino spara durante festeggiamenti Italia, tre feriti

 

Confuso tra migliaia di persone che festeggiavano la vittoria dell’Italia sulla Spagna, ha esploso almeno sei colpi di arma da fuoco che hanno ferito tre persone in Viale Italia, nel pieno centro di Avellino. Nella notte ricoverate al pronto Soccorso dell’ospedale “Moscati”.

 

 

 

Le loro condizioni non destano preoccupazione.

I feriti, tutti di Avellino, sono un 28enne, ferito di striscio all’ascella, un 48enne e un 26enne, padre e figlio, colpiti alla coscia sinistra e al fianco sinistro. Le indagini avviate dai carabinieri del Comando provinciale non escludono alcuna pista e si concentrano sulla individuazione della persona che ha sparato. Due dei feriti, padre e figlio, avrebbero precedenti penali mentre il terzo risulta incensurato. Secondo notizie non confermate dagli investigatori, ci sarebbe un video, girato durante i festeggiamenti, nel quale si sente uno dei feriti che grida: “Ti ammazzo con le mie mani”. Il Prefetto di Avellino, Paola Spena, ha convocato il Comitato per l’ordine e la sicurezza nella tarda mattinata.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.