Alessio Galdiero
Alessio Galdiero

Un altro pentito potrebbe cambiare gli scenari della camorra in provincia di Napoli. Si tratta di Alessio Galdiero, il 29enne di Qualiano è in cella per l’omicidio di Pasquale Tortora, avvenuto ad Acerra. A dare notizia del pentimento è stato nei giorni scorsi il quotidiano Cronache di Napoli. Già 3 i verbali depositati, in cui Galdiero avrebbe raccontato diversi scenari fino ad ora sconosciuti, tra cui dettagli sull’omicidio avvenuto il 20 maggio 2020 a via Calzolaio ad Acerra. Tortora venne ucciso nel cortile della sua abitazione ad Acerra.

Galdiero, collegato in videoconferenza da una località protetta, ha manifestato l’intenzione di collaborare con la giustizia. Insieme al 29enne è imputato anche Angelo Di Palma, 35enne di Marano.

L’omicidio di Pasquale Tortora

I soldi per l’omicidio mai veramente corrisposti e l’uso del telefonino in carcere. Sono i clamorosi retroscena emersi nell’ordinanza che ha portato all’arresto della coppia accusata di aver ucciso Pasquale ‘o stagnaro. Killer al soldo della mala acerrana, col denaro per l’incarico, però, mai effettivamente pagato. Ad Alessio Galdiero, in particolare, sarebbero stati promessi 40mila euro per la commissione del delitto, oltre a 500 euro a settimana da consegnare alla moglie nel suo periodo di detenzione, che non sarebbero mai stati pagati regolarmente. Oltre al danno, però, la beffa: l’impegno di vendere la Grande Punto consegnata dalla donna ai sodali del fidanzato, infatti, non era ancora stato mantenuto, così come i 5mila euro dati al gruppo criminale per acquistare una vettura alla madre non erano ancora stati restituiti.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.