Cagnolina abbandonata e avvelenata, S. Antimo si mobilita per Stella

Stella è una cagnolina di circa un anno e mezzo fu abbandonata la settimana prima di Natale su un distributore di benzina al corso Europa a Sant’Antimo.
Fu il titolare del bar presente sul distributore, a soccorrerla e a proteggerla dalle aggressioni dei randagi che avevano fiutato che la cagnolina era in calore.
Lo stesso, pubblicò un invito sui social per candidarsi alla adozione della cagnolina che però non trovò riscontro.
Purtroppo le vicissitudini della piccola Stella non si esauriscono con l’abbandono ma si aggravano con un avvelenamento subito durante il periodo di permanenza sul distributore.
Fortunatamente la prontezza del titolare del bar e, la competenza dei veterinari interpellati hanno evitato conseguenze letali per la piccola cagnolina.

Ieri, il post su Facebook di Maria Ippolito, responsabile di Natural Life Campania e nota ambientalista/animalista locale che gioiva per l’adozione di Stella.
Il titolare del bar, ha infatti deciso di adottare la cagnolina, registrandola alla anagrafe canina della regione.
Abbiamo provato a sentire anche il titolare del bar, che ha preferito restare anonimo, e ci ha rassicurato che Stella ha superato brillantemente i postumi dell’avvelenamento e che gode di buona salute.
Sull’avvelenamento, il titolare della attività, ha precisato che essendo stata sporta regolare denuncia ed essendoci in corso indagini di polizia giudiziaria, non è possibile rivelare fatti che potrebbero invalidare il segreto istruttorio.
Grande soddisfazione ed emozione dei lettori dopo il post di Maria Ippolito che hanno gioito per la fine delle vicissitudini della piccola Stella che ha finalmente trovato una famiglia che l’ha accolta.
Contemporaneamente è stata espressa anche tanta indignazione e rabbia per l’ignobile gesto dei responsabili dell’avvelenamento che speriamo presto vengano assicurati alla giustizia.