Camera ardente per Luciano De Crescenzo, gli amici di sempre: da Mara Venier a Renzo Arbore

Ultimo saluto a Luciano De Crescenzo, l’ingegnere filosofo morto giovedì a Roma per le conseguenze di una grave malattia. La camera ardente resterà aperta fino alle 20 nella sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma. Il regista, attore, scrittore e conduttore televisivo si è spento a 90 anni. In rappresentanza del Comune c’è il vicesindaco Luca Bergamo.

Ci sono i parenti, gli amici più stretti e anche gente comune per l’ultimo saluto allo scrittore. Tra i primi ad arrivare per rendere omaggio all’artista e scrittore napoletano, scomparso ieri al Policlinico Gemelli dopo una lunga malattia, il vicesindaco e assessore alla Cultura di Roma Capitale.

Fra i primi il compagno di televisione di una vita, Renzo Arbore, arrivato di prima mattina accompagnato dall’attrice Marisa Laurito. Nel corso della mattinata sono poi arrivati anche il giornalista Roberto d’Agostino, il maestro Valerio Mazza, l’attore Andy Luotto, che insieme a De Crescenzo ha condiviso numerosi palcoscenici televisivi, e Mara Venier.