Coronavirus, decessi e nuovi contagi a Napoli nord: l’aggiornamento

Nel fine settimana si è aggravato il bilancio dei contagiati e dei deceduti in provincia di Napoli per colpa del coronavirus. Due ore fa il sindaco Giuseppe Cirillo ha diffuso una tragica notizia: “La giornata si apre con una terribile notizia, l’Asl mi ha appena comunicato che un tampone effettuato post mortem ad un nostro concittadino è risultato positivo al Coronavirus. La famiglia della persona deceduta è stata posta in isolamento.Questo lutto ci rattrista e ci fa scontrare con la drammaticità della situazione che il Paese sta vivendo. Ai familiari vanno le nostre più sentite condoglianze e l’abbraccio forte di tutta la comunità di Cardito. Vi chiedo di ridurre al minimo gli spostamenti e dobbiamo contribuire tutti a limitare il diffondersi del contagio“.

QUALIANO E VILLARICCA

Stamattina la Protezione Civile ha comunicato al sindaco Raffaele de Leonardiis la presenza di altri 4 positivi nella città di Qualiano. “I casi riguardano 2 componenti di un nucleo famigliare del secondo positivo, erano stati fatti i tamponi. Quindi sono 3 i positivi. Un altro riguarda un lavoratore di una casa di cura di Napoli, dove c’erano stati casi di positività. L’altro riguarda il congiunto che è già quarantena con sintomi lievi. Tutti sono asintomatici – conclude il primo cittadino – La difficoltà è reperire i asintomatici, insieme alle forze dell’ordine stiamo contrastando la diffusione del coronavirus“.

Il consigliere comunale Raffaele Cacciapuoti ha aggiornato il dato riferito a Villaricca: “La giornata si apre con una terribile notizia, l’Asl ha appena comunicato che un tampone effettuato post mortem ad un nostro concittadino è risultato positivo al Coronavirus. La famiglia della persona deceduta credo sarà posta in isolamento. Questo lutto ci rattrista e ci fa scontrare con la drammaticità della situazione che il Paese sta vivendo. Ai familiari vanno le nostre più sentite condoglianze e l’abbraccio forte di tutta la comunità di Villaricca. Sale a 9 il numero dei contagiati. Vi prego di ridurre al minimo gli spostamenti e di contribuire tutti a limitare il diffondersi del contagio“.

MARANO, CALVIZZANO, CASORIA E ACERRA

Stamattina il sindaco Rodolfo Visconti ha comunicato due nuovi casi di coronavirus a Marano. Si tratta di un papà e di sua figlia minorenne, il primo è in netto miglioramento mentre la giovane è asintomatica. Complessivamente i casi in città sono 9. Si attende la conferma del presunto primo caso di coronavirus nella vicina Calvizzano.

Il Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri ha confermato: “Abbiamo un altro caso di coronavirus ad Acerra. Una ragazza tornata dal nord in città il 9 marzo, solo oggi 29 marzo questa persona ha saputo che è positiva al coronavirus”. Dal primo cittadino, dopo la conferma del secondo caso da parte delle autorità sanitarie, in un video sulle pagine social ha lanciato alla Cittadinanza un ulteriore appello a rispettare le norme e a restare a casa: “Vi faccio un esempio, se questa persona per 20 giorni non ha rispettato rigorosamente la quarantena ha incontrato altre persone, che a loro volta hanno incontrato altri – insomma basta un’unica persona che non rispetta le regole – c’è un contagio incontrollato del territorio. Lo ripeto, atteniamoci alle disposizioni del Governo e del Ministero della Sanità”. Il Sindaco Lettieri ha voluto ribadire gli sforzi e tutte le azioni avviate in questi giorni in città: “Stiamo facendo di tutto – ha concluso – le Forze dell’Ordine stanno procedendo con i controlli delle autocertificazioni, abbiamo chiuso le strade, stiamo sanificando le vie, stiamo sostenendo chi rimane in casa con un sostegno psicologico, ma per fermare il contagio è necessario e obbligatorio che non si abbiano contatti sociali, nemmeno tra parenti e vicini di casa. Dovete restare in casa. Questo è il momento di stare isolati. Se non c’è una coscienza civica e il rispetto della legge, non si arriverà lontani. Questi comportamenti irresponsabili non sono più tollerati. Questa è l’unica soluzione per limitare i danni».

Anche il Primo Cittadino Raffaele Bene ha dato aggiornamenti sui i contagiati a Casoria: “Sette nuovi contagiati. Siamo operativi dalle prime ore dell’alba per gestire la situazione, come previsto sta arrivando il preannunciato picco nella Regione Campania. Siamo a 19 casi accertati a Casoria. Vi prego, continuate a stare a casa e a rispettare le regole”.