Covid, Veronica uccisa a 33anni con il bimbo che aspettava

Dramma a Nocera Inferiore. Il Covid-19 ha ucciso Veronica, avvocato 33enne già mamma e da qualche mese in attesa di un secondo bambino, moglie del titolare di un noto locale. La vittima, positiva al virus, era stata ricoverata a Napoli a causa di alcune complicanze: vani i tentativi di salvarla.  Oltre a una polmonite, i medici le avevano riscontrato delle criticità ematologiche. Nella notte, purtroppo, il cuore di Veronica ha smesso di battere. Lo riporta Salerno Today.

Il cordoglio del sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato e il messaggio per Veronica

Speravo, stamane, di poter salutare questa incredibile settimana con le immagini del San Francesco illuminato. Ma la luce di ieri è stata spenta nel cuore dei nocerini. Una ragazza, una collega, una giovane madre è scomparsa oggi. Non saprei dire ora quanto il covid c’entri in questa tragedia.

Ma qualunque causa non spiega e non rende accettabile che una ragazza, bellissima, sbocciata alla vita e portatrice con sé di altra vita, possa spegnersi così. Non saprei avere altre parole, adesso, per suo marito per suo padre e sua madre per i suoi amici più cari.
Non saprei. Comprendete il silenzio.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook