I carabinieri della sezione operativa di Giugliano in Campania hanno arrestato Domenico Micillo, 48enne del posto ritenuto affiliato al clan “Mallardo”, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Napoli.
Micillo, rinchiuso nel carcere di Secondigliano, dovrà scontare 7 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione per associazione per delinquere di stampo camorristico finalizzata alla commissione di reati come rapine aggravate e detenzione illegale di armi da sparo. Reati commessi a partire dal 2009 nel territorio di Giugliano in Campania e nella provincia di Napoli, per i quali era stato condannato alla pena principale determinata dal Tribunale in 13 anni.

Il primo arresto

Domenico Micillo fu arrestato nel 2013 mentre andava a ritirare la biancheria di ricambio dalla moglie al Villaggio Coppola, sulla fascia costiera, nel parco Rondini. La donna e la figlioletta, l’attendevano per cena. I militari dell’Arma lo individuarono nel corso di una perquisizione effettuata al 1° piano di una palazzina di tre piani. Dopo aver cinturato l’immobile vi fecero irruzione. Non fece resistenza e cercò di darsi alla fuga.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.