Droga a Secondigliano, blitz degli agenti con due arresti

Come rapaci. Dopo aver individuato la preda scatta l’intervento ‘a picchiata’. E’ questo il modus operandi che sta facendo incetta di pusher e pregiudicati a Secondigliano e dintorni. Una strategia di monitoraggio del territorio che ieri ha portato ad altri due arresti. In serata i poliziotti del commissariato Secondigliano (agli ordini del vicequestore aggiunto Raffaele Esposito), durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Duca degli Abruzzi, nella zona cosiddetta ‘aret o pizz’, un uomo. Questi, dopo aver fatto un cenno d’intesa ad un’altra persona, ha prelevato qualcosa tra due auto parcheggiate per consegnarla ad un terza persona che gli ha dato in cambio una banconota allontanandosi velocemente.

Il profilo dei due arrestati dai poliziotti di Secondigliano

I poliziotti hanno subito capito che era in atto un ‘passaggio di mano’ e così hanno raggiunto e bloccato i due trovandoli in possesso di 5 stecche del peso di circa 5 grammi di hashish, di 2 grammi di marijuana e della somma di 390 euro. Giuseppe Connola e Christian Coppola, di 27 e 19 anni (rispettivamente di Casavatore e Scampia) sono così finiti in manette per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Coppola fu arrestato l’ultima volta proprio in via Duca degli Abruzzi. Era gennaio del 2019 quando, insieme ad un 59enne, cadde in una retata antidroga dei carabinieri. In quel caso recuperati 838 grammi di hashish divisi in 93 stecchette, una confezione di marijuana. Anche Connola è un volto conosciuto alle forze dell’ordine: anni fa, insieme al padre, gestiva una piazza al confine tra Secondigliano e Casavatore.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.