Elezioni Comunali a Napoli: Sinistra divisa in 4, Centrodestra compatto con Maresca
Elezioni Comunali a Napoli: Sinistra divisa in 4, Centrodestra compatto con Maresca

Con il via libera del centrodestra a Catello Maresca arrivato ufficialmente nel pomeriggio di martedì, diventa più chiaro il quadro delle candidature a sindaco e delle coalizioni alle comunali di Napoli del prossimo autunno. Attualmente in campo ci sono: Gaetano Manfredi, Catello Maresca, Alessandra Clemente, Antonio Bassolino, Sergio D’Angelo e Gino Giammarino. Il quadro è comunque mutevole e non sono escluse sorprese come in ogni campagna elettorale che si rispetti.

Il centrosinistra e le sinistre

A Napoli, come invece non è accaduto in altre città a partire da Roma, il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle – non senza polemiche e strappi nel mondo grillino – sono nella stessa coalizione a sostegno di Gaetano Manfredi. Ex ministro dell’Università nel Governo Conte bis ed ex Rettore dell’Università Federico II, Manfredi è a capo di un campo progressista e riformista di centrosinistra che oltre a Pd e M5S è formato dai Verdi-Europa Verde, Articolo Uno/Mdp e le forze che alle Regionali del 2020 hanno sostenuto il presidente Vincenzo De Luca di cui fa parte anche il mondo moderato.

In totale, dovrebbero essere 10 o al massimo 12 le liste a sostegno di Gaetano Manfredi che secondo alcuni sondaggi pubblicati in queste settimane sarebbe in vantaggio nella corsa alla carica di primo cittadino con una vittoria al ballottaggio. Dal centrosinistra proviene anche Antonio Bassolino, ex sindaco, ex presidente della giunta regionale ed ex ministro del Lavoro che a quasi trent’anni dalla prima volta tenta nuovamente la scalata verso Palazzo San Giacomo con alcune liste di sua diretta espressione visto il mancato appoggio del Partito Democratico.

A dare l’endorsement a Bassolino, che annunciò la sua candidatura già lo scorso febbraio, anche Azione movimento politico dell’ex ministro e candidato sindaco a Roma Carlo Calenda. In continuità, almeno in parte, con l’amministrazione uscente del sindaco uscente Luigi de Magistris si pone la candidatura dell’assessore alla Sicurezza, Viabilità e Giovani Alessandra Clemente. In giunta dal 2013 Clemente, appartenente a demA, ossia il movimento politico fondato proprio da de Magistris, può contare oltre all’appoggio di Democrazia e Autonomia (appunto demA) anche di Potere al Popolo e di alcune formazioni di sinistra a partire da quelle che fanno riferimento a Pci e Rifondazione Comunista.

In tutto, dovrebbero essere 5 le liste a sostegno di Alessandra Clemente verso la quale sono arrivate diverse richieste di dimissioni per evitare il sovrapporsi del suo ruolo di assessore a quello di candidata (la diretta interessata ha già annunciato l’intenzione di dimettersi, cosa che potrebbe avvenire già nel mese di luglio). “FareNapoli” è il suo slogan. Sempre dalla stessa area politica di sinistra e centrosinistra fa parte Sergio D’Angelo, fondatore del gruppo di Cooperativa Sociale Gesco e già assessore al Welfare con de Magistris. Proprio questa sera D’Angelo terrà un comizio alle Terme di Agnano in occasione dei festeggiamenti del trentennale della fondazione di Gesco. Al momento sono 3 le liste a suo sostegno: “Tutto il bello di Napoli con Sergio D’Angelo”, “La Città che vogliamo con Sergio D’Angelo” e “Lista civica per Napoli – SiAmo Napoli’’.

Il centrodestra e Maresca

Dopo mesi di tira e molla, trattative, distacchi e riavvicinamenti, ieri pomeriggio è arrivato l’ok della coalizione di centrodestra a sostegno del magistrato Catello Maresca. Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega nel vertice romano di martedì hanno sciolto la riserva e dato l’appoggio al progetto civico del pm, famoso nella sua lunga attività di magistrato per l’arresto del boss dei casalesi Michele Zagaria. Maresca da mesi ripete come il suo sia un progetto civico per Napoli, connotazione che inevitabilmente si andrà ad intrecciare con quella politica di centrodestra con Fdi, Fi e Lega che non rinunceranno ai propri simboli di partito. Ad essi si aggiungono civiche come Essere Napoli e quella di diretta espressione di Maresca che sempre secondo i sondaggi potrebbe raggiungere il ballottaggio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.