24.8 C
Napoli
venerdì, Maggio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Spaccio in casa, blitz dei Falchi a Materdei: donna in manette


Ancora una brillante operazione antidroga della squadra Falchi della squadra mobile (dirigente Alfredo Fabbrocini). Gli uomini in divisa, ieri mattina, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Roberto Savarese, nel quartiere Materdei, un’auto che sostava sotto la finestra di un’abitazione ed il conducente che, dopo un breve colloquio con una donna, ha ricevuto qualcosa in cambio di denaro. I poliziotti hanno bloccato l’acquirente trovandolo in possesso di un involucro contenente due grammi circa di hashish mentre, nell’appartamento della donna, hanno rinvenuto 220 euro. In manette è dunque finita la 59enne Annunziata Cardillo, arrestata con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti mentre l’acquirente è stato sanzionato per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

L’articolo precedente. Il blitz dei Falchi a Soccavo, la cattura del nipote del boss Vigilia

Un intervento che segue quello di qualche settimana fa a Soccavo (leggi qui l’articolo). Il mese scorso sempre i Falchi, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, notarono un uomo che, alla loro vista, si allontanava frettolosamente. L’episodio è avvenuto in via Palazziello nella zona vecchia di Soccavo. I poliziotti lo hanno raggiunto e bloccato trovandolo in possesso di una pistola a tamburo calibro 38 caricata con cinque cartucce e risultata rubata nel dicembre 2019 e un involucro contenente 0,35 grammi di cocaina. Inoltre, gli agenti hanno effettuato un controllo presso il ballatoio dell’appartamento dell’uomo dove hanno rinvenuto 20 bustine contenenti 22 grammi circa di marijuana, una busta con 110 grammi circa della stessa sostanza, 33 bustine con 80 grammi circa di hashish, un bilancino di precisione e diverso materiale per il confezionamento della droga.

In manette il nipote del boss Vigilia

In manette è così finito Gaetano Vigilia 23enne napoletano figlio di Antonio Vigilia ‘o stuort ma soprattutto nipote del boss Alfredo Vigilia ‘o nir. Il giovane dovrà rispondere di detenzione di arma comune da sparo con relativo munizionamento, ricettazione e per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La sua presenza armato in strada potrebbe essere la spia di tensioni latenti tra i gruppi della zona alcuni dei quali si starebbero riorganizzando forse spalleggiati da alleati della zone vicine. Solo una settimana fa proprio a Soccavo era stata segnalata una stesa (leggi qui l’articolo) con sette bossoli recuperati dagli agenti in via Filippo Bottazzi.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Fuori il videoclip di ‘Fummo Niro’, primo singolo del progetto musicale ambientalista Arianova

"Un canto di denuncia e sensibilizzazione", così Dario Cibelli definisce Fummo Niro, il primo singolo del progetto Arianova, ensemble...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria