Stamattina Vincenzo De Luca è intervenuto in occasione della consegna  nuovi bus del trasporto pubblico alla Stazione Marittima di Napoli di 260. Il Governatore della Campania ha risposto alle domande dei cronisti, curiosi degli spostamenti per Natale. “Sono irritato e indignato perché nel nostro Paese non si riesce mai ad avere una misura chiara e si continuano a prendere mezze misure di demagogia che allungano i tempi della crisi. Invito i cittadini ad avere comportamenti responsabili, in modo particolare durante le feste. Dobbiamo sapere che se perdiamo il controllo della situazione avremo un mese di gennaio terribile. Allora davvero un invito a tutti i nostri concittadini ad avere grande senso di responsabilità, evitare feste, festini, cenoni“, dichiara il Presidente.

FESTE DI NATALE, LINEA DURA

De Luca ha chiesto il rinvio degli incontri familiari: “Avremo modo nelle prossime settimane di incontrare anche le nostre famiglie, ma adesso no. Adesso bisogna rimanere con i conviventi. Idiozia consentire in questi due o tre giorni alle persone anziane di andare in famiglia. Se facciamo venire a casa nelle feste i nostri anziani in molti casi li condanniamo alle terapie intensive a gennaio“.

LA RABBIA DI DE LUCA SULLA DISTRIBUZIONE DEI VACCINI IN CAMPANIA

Ieri si è tenuta una riunione tra i governatori delle Regioni e i Ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza ed il commissario Arcuri. Si è verificato un nuovo scontro tra l’ente regionale e il Governo. Quindi è stato diffuso un duro comunicato: “La Regione Campania oggi ha espresso netta contrarietà ad un Piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase, non commisurato a criteri oggettivi di fabbisogno. La Campania, infatti, ha proposto che in fase di prima ripartizione del vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole Regioni. Tale proposta non è stata accolta, e si sta procedendo con un Piano che prevede evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni. La Campania ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.