Ibra al Napoli? Suggestione, segnali e un’operazione di marketing eccellente

(Zlatan Ibrahimovic con la maglia dei Los Angeles Galaxy - archivio InterNapoli)

Se vi è capitato di leggere da qualche parte, in giro per il web, della possibilità che Zlatan Ibrahimovic possa vestire la maglia del Napoli a gennaio, vogliamo essere diretti, non esiste alcunché. Non esiste una trattativa, non esiste un reale interesse, non esiste un progetto societario per far si che le due cose nascano e crescano. Però, già, c’è un “però grosso come un grattacielo. Si innalza nel luogo delle considerazioni che ognuno di noi può farsi, nella bolla delle idee. Più o meno, funziona così: uno legge “Ibra”, poi accanto legge “Napoli”. Sorride, certamente. Poi, però, comincia a pensarci su. Prova a capire se anche solo pensarla una cosa del genere possa essere verosimile o meno. Le perplessità si ammucchiano le une sulle altre, senza dubbio. Fino a quando, col ragionamento, non arriviamo ad un aspetto che caratterizza clamorosamente il calcio moderno e i top club europei: il marketing.

Ibra al Napoli: una geniale operazione di marketing

Ibra al Napoli, più che tutto il resto, potrebbe essere una fantastica operazione di marketing. Accostare il nome del Club – e della città – ad un campione universalmente riconosciuto come Ibrahimovic è come un’esplosione di popolarità. Ad un tratto, il Napoli sarebbe sotto i riflettori da Los Angeles a Sidney, per fare un esempio. Senza considerare che una generazione intera di bambini ed adolescenti correrebbe ad acquistare la maglia del Campione, ovunque si trovi. Un’operazione del genere rilancerebbe clamorosamente l’immagine e l’appeal del Napoli, a 360 gradi. Poi, non so, a tutto ciò potreste accostarci il fatto che il Napoli sia entrato stabilmente tra i grandi club europei e che, da quest’anno, sia guidato da un allenatore stimato e conosciuto ovunque. Se non l’avete ancora fatto: immaginate. Ecco, ora capite cosa intendo.

Il Milan lo corteggia da settimane, ADL potrebbe pensarci

Portare Ibra al Napoli è, di fatto, un’operazione assai complicata. Complicata non vuol dire impossibile. Ma improbabile si. Vanno fatte un paio di considerazioni da mettere, poi, sul piatto della bilancia concettuale. Ibra è attualmente corteggiato spudoratamente dal Milan: la nuova proprietà e la nuova dirigenza hanno bisogno disperato di un rilancio come quello che vi abbiamo descritto su. L’operazione Ibrahimovic, quindi, non sarebbe solo un gran ritorno per il mondo rossonero. Tant’è vero che, a dirla tutta, sembra che il Milan sia molto avanti nell’opera di convincimento del giocatore e del suo procuratore, Mino Raiola. Tuttavia, è vero anche che Ibra è uno degli “uomini di Ancelotti”. Proprio il Mister stellato, di recente,si è complimentato pubblicamente (sui social) con Ibrahimovic per il suo 500esimo gol in carriera. Insomma, Aurelio De Laurentiis, da imprenditore scaltro, potrebbe farsi i cosiddetti “due conti in tasca”.