Italiano trovato morto in Turchia, il 33enne Alessandro era scomparso il 12 marzo

È stato trovato il cadavere di Alessandro Fiori, 33 anni, giunto in Turchia il 12 marzo e scomparso. Lo afferma Chi l’ha visto, secondo cui il corpo è stato ritrovato a Sarayburnu, una zona di Istanbul, e riconosciuto dal padre. Sono in corso verifiche da parte delle autorità.

Il corpo di Fiori, manager di 33 anni originario di Soncino (Cremona), è stato trovato, secondo quanto apprende l’Ansa, con il cranio fracassato nella zona del porto di Istanbul. L’uomo era partito per la Turchia dall’aeroporto di Malpensa. Dal 14 di marzo la famiglia non aveva avuto più notizie.

Il cadavere è stato inviato all’Istituto di medicina forense locale per accertarne l’identità attraverso il test del Dna e chiarire le cause del decesso. Un campione di Dna è stato prelevato dal padre di Alessandro Fiori per effettuare un confronto con quello del corpo. Il cadavere trovato dalla polizia turca a Istanbul, nei pressi della zona storica del palazzo di Topkapi, è stato portato sulla riva del quartiere di Sarayburnu dalla corrente del mare. Lo scrive Haberturk.