Il sito archeologico quartese la “Fescina” è il luogo del cuore più votato in Campania, con ben 8.626 voti, al 34° posto nella classifica nazionale “I Luoghi del Cuore”, come risulta dal 10° censimento del FAI (Fondo Ambiente Italiano).
Entusiasta il Sindaco del Comune di QuartoAntonio Sabino che ha dichiarato: “Abbiamo ottenuto un finanziamento da Città Metropolitana proprio per la valorizzazione di questo sito e proprio per le vie di accesso che portano a questo sito, in una visione di una città che deve vivere soprattutto di cultura e di turismo…Finalmente anche a Quarto si comincia a parlare di cultura, d’arte, di bellezza…”.

La “Fescina” Flegrea è un monumento funerario risalente all’età imperiale romana, a cavallo tra il I secolo a.C. ed il I d.C., nato per la cremazione dei defunti. Sito a poca distanza dai binari della ferrovia nelle campagne di Quarto, è costituito, come spiegato dall’Archeologa Raffaella Iovine, da due camere ipogee funerarie e da una cuspide piramidale a sei facce, modello probabilmente proveniente dal Vicino Oriente Antico.
La denominazione pare sia dovuta al fatto che la sua forma ricorda quella dei cestelli utilizzati all’epoca per l’agricoltura.

“Quarto ha piccoli gioielli nascosti…” ha detto la Prof.ssa Raffaella De Vivo, Assessore alla Cultura del Comune di Quarto. Bisogna lavorare sulla comunicazione affinchè la città rafforzi le proprie radici storiche e culturali, sostiene l’Assessore. Sarà dunque necessario presentare dei progetti di recupero.
Secondo Michele Pontecorvo Ricciardi, Presidente FAI Campania, è fondamentale riappropriarsi del bene comune e del territorio riscoprendolo e valorizzandolo con la collaborazione di tutti e la supervisione del FAI.

Pubblicità