Malore nella notte, Fabio muore in provincia di Napoli: pochi giorni fa era diventato padre

Fabio Terlizzi, 30enne di Brusciano, era diventato padre da pochi giorni [Foto d'archivio]
Fabio Terlizzi, 30enne di Brusciano, era diventato padre da pochi giorni [Foto d'archivio]

Una terribile tragedia quella che ha sconvolto la comunità di Brusciano. Fabio Terlizzi, 30 anni, ha perso la vita nella notte. Un malore improvviso l’ha strappato all’affetto dei suoi cari, ma soprattutto dalla figlia nata soltanto due giorni fa. Un’intera comunità è rimasta sconvolta: Fabio, infatti, lavorava in un bar della città ed era benvoluto da tutti. Era un grande tifoso del Napoli e, soprattutto, era innamorato della sua compagna. Quest’ultima, proprio pochissimi giorni fa, aveva regalato a Fabio la più immensa delle gioie: una figlia.

Il post per Fabio

In pochissimo tempo la notizia è stata divulgata sui social ed ha fatto il giro tra gli abitanti di Brusciano. “Sentite, ma come si fa a morire così, improvvisamente? Fabio era solo un ragazzo di trent’anni, ed è morto per un infarto nella notte. Non si può mandare giù una tragedia come questa, era diventato papà da 2 giorni ed era euforico per andare a conoscere la figlia. La morte è stata infame con lui. Siamo tutti scioccati. Riposa in pace Fabio…”. A questa dedica sono seguiti tantissimi commenti e messaggi di cordoglio alla famiglia, distrutta per la morte del 30enne.

Ieri altra tragedia nel Vesuviano. In ospedale per un gonfiore alla gamba, muore dopo poche ore

Dolore a Torre Annunziata e a Cuneo per la scomparsa della giovane Adriana Cuna. La 28enne, con origine oplontine, si era trasferita con la sua famiglia a Cuneo da circa dieci anni. Nella città piemontese stava frequentando la facoltà di Infermieristica.

La giovane si è spenta per motivi ancora da accertare. Secondo quanto si è appreso, Adriana Cuna era ricoverata nell’ospedale di Cuneo dove si era recata a causa di un improvviso gonfiore alla gamba, poi le sue condizioni sono precipitate. La 28enne è deceduta in seguito a delle complicazioni. Ad esserle fatale, probabilmente, una sospetta embolia, ma le cause sono ancora in corso di accertamento. Inutili tutti i tentativi di salvarle la vita. Nel pomeriggio di mercoledì le sue condizioni si sono aggravate fino al decesso poche ore dopo.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook