11.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Coronavirus. In 200 a un matrimonio, focolaio e mini lockdown nel Napoletano


Coronavirus. E’ un matrimonio con 200 invitati la causa del mini lockdown annunciato dal sindaco Giuseppe Pugliese. Una festa con 200 invitati ha fatto esplodere un focolaio di contagi a Monte di Procida. Tredici casi positivi registrati nelle ultime ore sono riconducibili alla cerimonia di inizio settimana in un noto locale. Un particolare che ha fatto scattare l’allarme e le misure per contenere quello che è un vero e proprio focolaio.

Il sindaco, Giuseppe Pugliese, alle prime avvisaglie di concittadini che denunciavano sintomi del virus ed a conoscenza della massiccia partecipazione di famiglie del comune alla megafesta, venerdì scorso ha “blindato” il territorio comunale chiudendo scuole, parchi pubblici e privati, sale giochi e di scommesse e circoli per anziani, vietando, inoltre, attività sportive sia agonistiche che amatoriali, con l’intento di frenare l’espandersi del contagio.

L’Asl Napoli2 Nord per venire incontro alla criticità emersa, oggi, ha allestito nella sede del Comune un punto di effettuazione tamponi straordinario. Allo screening saranno sottoposti tutti i partecipanti al matrimonio. Si punta a verificare le loro condizioni di salute e ad avere certezza sui contagi. Da inizio agosto nel comune flegreo erano stati accertati solo 14 casi di positività.

La decisione del sindaco

Il sindaco Giuseppe Pugliese ha firmato un’ordinanza con la quale dispone un “mini lockdown” con una serie di misure prese “in via precauzionale, temporaneamente e in attesa del completamento del necessario contact tracing per la definizione dei link epidemiologici”. L’ordinanza prevede la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, per le giornate di domani, lunedì 12 ottobre, e martedì 13 ottobre, e il divieto ai cittadini montesi, anche in caso di festeggiamenti (nell’ordinanza si cita esplicitamente il caso delle comunioni), di riunirsi in più di 10 persone anche presso ristoranti, sale o bar.

 

“In tali occasioni – si legge nell’ordinanza – sarà possibile incontrarsi utilizzando necessariamente la mascherina, fatto salvo strettamente il momento del pasto”. L’ordinanza dispone inoltre la chiusura delle sale gioco e sale scommesse, la sospensione di tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici, la chiusura dei centri anziani, dei circoli ricreativi e delle palestre e la sospensione di tutte le attività sportive, in forma individuale e di squadra, sia di tipo professionale che amatoriale. Chiuse infine anche le aree gioco per bambini.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ha ucciso il figlio gettandolo in mare a Torre del Greco, resta in carcere la mamma-killer: dalla perizia nessun problema

Resta in carcere Adalgisa Gamba, la mamma accusata di aver ucciso il figlio di due anni e mezzo. La perizia...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria