Il mistero di Taverna del Re
Il mistero di Taverna del Re

Da una parte ci sono i vigili del fuoco che parlano di sterpaglie e rifiuti in fiamme, dall’altra c’è la Sapna che parla invece di fake news. E’ un mistero quanto accaduto stanotte. In una nota ufficiale i carabinieri della compagnia di Giugliano parlano di un intervento in Località Masseria del Pozzo, nell’area di pertinenza Sapna, dove si era sviluppato un incendio che ha coinvolto alcune sterpaglie che coprono rifiuti interrati ormai da 20 anni. Le cause dell’incendio, poi controllato dai vigili del fuoco, non sono ancora note.

La nota dei vigili del fuoco

I vigiili parlano di un intervento a Taverna del Re (Giugliano) iniziato alle 21,22 e finito alle 2 di notte, durato dunque oltre 5 ore. “Interessate 3 montagne spazzatura. Sup . 7000 mq cad H 15,00. Per 2 di esse il personale è riuscito a spegnere la sterpaglia cresciuta sul PVC posto su di esse senza intaccare la spazzatura mentre solo per una il fuoco ha interessato la spazzatura sottostante”. 

La nota di smentita della Sapna

La S.A.P.NA. SpA, società partecipata della Città Metropolitana di Napoli che si occupa, tra le varie attività, della gestione del sito di stoccaggio di Masseria del Pozzo in Giugliano in Campania, smentisce la falsa notizia di un incendio presso Taverna del Re che avrebbe bruciato le ecoballe provocando, a detta di taluni giornalisti, un disastro ambientale.

Il direttivo della società, amareggiata dalle false notizie circolanti a danno della tranquillità di tutta la comunità locale, dichiara con trasparenza e voce chiara che tale falsa notizia non è assolutamente veritiera e crea allarmismi gratuiti a danno dei cittadini. L’incendio ha riguardato solo sfalci d’erba ed è partito dal sito ex Gesen, tra l’altro trattasi di un’area non gestita dalla SAPNA, ubicata al confine con il sito di Masseria del Pozzo e nessuna ecoballa è stata bruciata dalle fiamme.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.