La ‘tarantella’ tra neomelodici a Le Iene, un disco con Tony Colombo al centro dell’intrigo

Un’intricata vicenda tra cantanti neomelodici è stata resa nota dal programma televisivo Le Iene. Tutto è iniziato quando l’inviato Alessandro di Sarno ha intervistato l’aspirante neomelodico Antonio Valenti: “Ho voluto affidarmi ad alcune persone per realizzare il mio primo lavoro discografico. Mi rivolgo a Fabrizio Scippa e lui mi propose di affiancarmi a Tony Colombo” .

Secondo il contratto presentato da Valenti, Tony Colombo avrebbe dovuto creare 8 canzoni originali per l’album d’esordio, stampare mille dischi e prodotto due video. “Tutto questo aveva un costo di 30 mila euro, la metà della cifra la volevano subito, che ho inviato a Fabrizio Scippa: iniziano a mandarmi alcune canzoni. Un ex collaboratore di Scippa mi ha avvisato dicendomi che sono successe delle incomprensioni tra Tony e Fabrizio. Chiamo Tony e mi dice di non preoccuparmi, vado a casa sua e dice che i 15 mila euro sono andati persi perché li tiene Scippa“.

Valenti ha chiamato Scippa. “Quindicimila che hai saldato a me, sono serviti per pagare gli artisti della promessa di matrimonio di Tony Colombo. Lui mi ha detto di utilizzare quei soldi per pagarli“.  Allora Colombo ha proposto un nuovo accordo a Valenti: “Se vuoi proseguire con il lavoro mi devi dare altri 5 mila euro. Glieli invio sempre attraverso il bonifico intestato ad Antonino Colombo. Poi il 4 settembre ricevo una chiamata da Tony e dice che deve venir meno alla parola data. Entro una settimana ti restituisco tutto, ma poi Tony è scomparso“.

Le Iene hanno fatto incontrare Scippa e Colombo con l’inganno. All’inviato de Le Iene ha assicurato: “Stiamo parlando di 20 mila euro, mica mi cambiano la vita questi soldi. Gli facciamo subito il bonifico“. Ma il giorno dopo sono inviati solo 10 mila euro a Valenti, 5 mila da Colombo e 5600 da Scippa.

L’inviato de Le Iene è andato nello studio del marito del cantante siciliano: “Ho inviato a Valenti 6 canzoni“. Il giovane cantante ha detto a Di Sarno di non aver mai ricevuto i brani ma è stato smentito da Tony Colombo attraverso i messaggi audio d’apprezzamento.

Alla fine Le Iene hanno fatto incontrare Valenti, Scippa e Colombo. “Ho ricevuto 10 brani”. Poi Colombo ha fatto ascoltare i messaggi audio di apprezzamento, solo allora il giovane ha ammesso: “Ho sbagliato”.

Colombo ha sostenuto: “Gli ho restituito i cinquemila euro”. Valenti ha risposto: “Mi mancano 10 mila euro, sto dietro a voi da un anno”. Alla fine i tre riescono a trovare un accordo per registrare una canzone.

IL VIDEO