34.9 C
Napoli
giovedì, Agosto 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ospedale Cardarelli, la denuncia dei sindacati: “Mancano 250 posti letto”


All’ospedale Cardarelli mancano attualmente 250 posti letto. A denunciarlo, l’Associazione Medici Dirigenti Anaao Assomed nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamattina nella sede di via Sant’Aspreno.

La carenza

«Durante la pandemia il Cardarelli ha subito un lento ma progressivo snaturamento e smantellamento dell’ospedale». A ribadire il concetto, già espresso in precedenza dalla stessa associazione, il segretario aziendale Anaao Assomed del Cardarelli Ernesto Gragnano secondo cui bisogna «accendere un faro sulla mancanza al Cardarelli dei 250 posti letto». Tra i motivi indicati per la mancata disponibilità di questi posti, dice ancora Gragnano, «la mancata ristrutturazione del padiglione C e dell’ex palazzina della pediatria. La si attende dal 2013, a bloccare i lavori un’interdittiva antimafia». Secondo i calcoli di Assomed, il Cardarelli dispone attualmente di poco meno di 900 posti rispetto agli oltre 1000. Per superare tale soglia, ovviamente, dovrebbero essere riattivati i 250 mancanti secondo le denunce dell’associazione.

Ernesto Gragnano ricorda: «Per fare posto a due reparti Covid, sono state spostate dal padiglione H le ortopedie ed è stata chiusa la week sugery». In più, c’è stata la «compressione dei reparti maxillo facciali, di oculistica e otorino con una diminuzione del 50% dei posti letto che sono stati così costituiti ben 5 reparti covid gestiti da pneumologi ed internisti». A «sparire anche  palazzina M dedicata all’intramoenia che consentiva all’azienda un notevole introito che permetteva ai cittadini di esercitare la libera scelta del professionista».

La ripartizione delle risorse per le liste di attesa

Oggetto della conferenza stampa, anche le voci di spesa messe a disposizioni dalla Regione Campania alle azienda ospedaliere per diminuire le liste d’attesa che con lo scoppiare dell’emergenza Covid si sono notevolmente allungate. Per il Cardarelli, dice sempre Gragnano il segretario aziendale Anaao Assomed del Cardarelli mostrando una tabella, i fondi a disposizione «sarebbero di poco superiori ai 400.000 euro. Speriamo si tratti di un errore e se così fosse invitiamo la Regione Campania a correggerlo».

De Luca nomini un assessore alla Sanità

Duro il giudizio anche Franco Verde, coordinatore provinciale Anaao Assomed. «Se avessimo a disposizione quei 250 posti durante la pandemia non ci sarebbe stato il disastro a cui abbiamo assistito». Verde invita il governatore Vincenzo De Luca, che peraltro detiene la delega proprio alla Sanità, «a prendersi le sue responsabilità. Ha mostrato l’intenzione di costruire un ospedale a Napoli Est, un altro a Giugliano e un altro a Salerno ma si attivi a nominare un commissario al Cardarelli per velocizzare la risoluzione delle problematiche e, soprattutto, nomini un assessore alla Sanità che riesca a interfacciarsi con le complessità di questo mondo». 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Sabbatino
Antonio Sabbatino
Iscritto all'Albo dei pubblicisti dall'ottobre 2012, ho sviluppato nel corso degli anni diverse competenze frutto dell’esperienza sul campo in ambito politico, sociale e di cronaca, sia bianca che nera. Sono stato conduttore radiofonico di programmi musicali presso Radioattiva, radio web napoletana e redattore e collaboratore di diverse testate online. Attualmente sono inviato per il quotidiano Roma, il più antico giornale napoletano, di InterNapoli.it che rappresenta una delle realtà più dinamiche del panorama giornalistico napoletano, campano, la neonata testata Tell che approfondisce i grandi temi politico-sociali a più livelli e Comunicare il Sociale rivista specializzata di Terzo Settore.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. “Dammi l’orologio”, turista sventa la rapina e fotografa i ladri: fermati

Martedì pomeriggio una donna si è presentata presso gli uffici della Questura per denunciare di aver subito un tentativo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria