Dramma a Civitavecchia. Lo hanno circondato in tre e pestato fino a fargli perdere un occhio. Due fratelli pugili e un amico sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Civitavecchia che hanno dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Civitavecchia su richiesta della locale Procura. Si tratta di Emanuele Orefice, classe 1987, il fratello Vincenzo Orefice, classe 1998, entrambi residenti a Ladispoli. E Maximiliano Sebastian Paolella, nato in Argentina, classe 1987, tutti residenti a Ladispoli. L’accusa nei loro confronti è di lesioni personali gravissime.

Le indagini sono scattate dalla denuncia presentata dalla vittima a fine luglio ai carabinieri della stazione di Ladispoli. Gli investigatori, anche tramite le dichiarazioni di alcuni testimoni, hanno accertato che la vittima conosceva gli aggressori poiché iscritti alla stessa palestra. Quella sera il ragazzo era in compagnia della fidanzata quando ha incontrato la sorella degli aggressori che li ha avvisati di essere in compagnia del 28enne.

Così i due fratelli si sono recati sul posto e l’hanno aggredito improvvisamente.  Intanto la sorella (indagata per violenza privata) impediva alla fidanzata di intervenire in suo aiuto.

A quanto ricostruito, uno dei due fratelli nutriva rancore nei confronti del 28enne oerché, dopo aver interrotto il rapporto di amicizia con lui per i suoi comportamenti, non li avrebbe invitati a una festa. Dopo tale «affronto» uno dei fratelli avrebbe minacciato con messaggi la vittima, fino alla sera del pestaggio.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.