Bimbi maleducati fuori la pizzeria, il cartello fa discutere: «Lasciateli a casa o gli facciamo lavare i piatti»

Ha lasciato un cartello fuori la sua pizzeria, rivolto principalmente a chi ricopre il ruolo di genitore: “Avviso a tutti i genitori, lasciate a casa i bambini maleducati, provate ad educarli, nel caso non vi fosse possibile cambiate ristorante o restatevene a casa. Ci riserviamo il diritto di prenderli in cucina a lavare i piatti con tanto di nastro adesivo sulla bocca“.

Gabriele Berbenni, titolare 24enne di una pizzeria a Villa di Tirano a Sondrio, ha usato un tono ‘duro’. Poi al Corriere della Sera, il giovane ha continuato: “Abbiamo sopportato per un anno. Io faccio le pizze, la mia fidanzata Sabrina si occupa della sala e spesso è toccato a lei l’ingrato compito di chiedere ai genitori di provare a far star tranquilli i loro figli. Non vi dico le invettive che si è sentita rivolgere. Con il cartello, che ho messo, a mio rischio e pericolo, molte famiglie lo hanno letto e hanno fatto dietrofront, la situazione è nettamente migliorata”.