Va in carcere a dire messa, prete trovato con 9 cellulari addosso

Carcere Carinola prete con telefonini
Sullo sfondo il carcere di Carinola, nel riquadro immagine generica di un prete con in mano un telefonino

Come in ogni carcere d’Italia, anche in quello di Carinola ogni domenica mattina si tiene la Santa Messa. Quest’oggi però, i detenuti del penitenziario in provincia di Caserta non hanno potuto assistere al santo rito. Il motivo? La Polizia Penitenziaria ha fermato il prete sull’uscio con addosso 9 cellulari. I telefonini, di cui 8 microapparecchi e uno smartphone, erano state ben nascosti in alcune buste di tabacco.

Oltre ai telefonini sono stati trovati ben occultati relativi caricabatterie e cavetti Usb. Tutto ciò di cui i detenuti avevano bisogno per per poter telefonare, fare videochat o scattare selfie e foto.

Prete beccato con i cellulari nel carcere di Carinola, la denuncia dell’Uspp

A denunciare quanto accaduto nel carcere di Carinola è stata l’Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria (Uspp), che rende noto che sull’accaduto è ora in corso anche un’indagine dell’autorità giudiziaria.

Cellulari nascosti tra prosciutto e melanzane, la scoperta nel carcere del Casertano

Nonostante non sia stato un prete a portare i cellulari all’interno del carcere, e nonostante non sia successo a Carinola, pochi giorni fa, sempre nel Casertano, era successa una vicenda simile.

La mattina del 12 maggio, gli agenti della Polizia Penitenziaria della carcere di Santa Maria Capua Vetere, durante un controllo di routine, hanno trovato 7 cellulari nascosti nei generi alimentari destinati ai detenuti. Nel settore controllo e smistamento pacchi, dove è permesso ai familiari dei detenuti di lasciare generi alimentari, pacchi e denaro – con autorizzazioni e quantità stabilite – gli agenti hanno rinvenuto sei micro cellulari occultati in mezzo al prosciutto e uno smartphone tra le melanzane.

Oltre a questi citati, la Polizia Penitenziaria delle carceri di tutta Italia ha scoperto tanti altri casi nel corso degli ultimi anni. Segno, questo, di come si trovino sempre nuovi escamotage per avere la possibilità di comunicare con l’esterno.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK