«Vendo un rene a chi fa l’offerta migliore». È questo l’assurdo annuncio di Antonio Campanile, un disoccupato di 54 anni di Recati che, in rete, ha pubblicato l’insolito ‘annuncio’. L’uomo probabilmente non si è soffermato su procedure, rischi e luogo dell’intervento. Ma sa che in Italia è una pratica illegale e che, semmai arrivasse un acquirente, dovrebbe andare a farsi operare all’estero. A riportare la notizia è Il Mattino.

La storia di Antonio

Per otto anni l’uomo ha lavorato come parcheggiatore per un’emittente televisiva e per uno studio dentistico. Poi, purtroppo, la lettera di licenziamento. Oggi – racconta il quotidiano – Antonio vive in un tugurio dove entrano acqua e freddo, con un cane ed un gatto, e sopravvive grazie al sostegno della comunità parrocchiale e della Caritas. La sua richiesta? Vivere con dignità. Con i soldi della vendita del rene, invece, aiuterà due bimbi in grave difficoltà. La storia, intanto, si è già diffusa sul web e sui social.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.