Spaccio di droga in provincia di Napoli, arrestato il figlio del sindaco

E’ finito nei guai Andrea Peccerillo, il figlio del sindaco di Casola di Napoli, Costantino Peccerilo. Il 20enne è stato sorpreso in strada mentre vendeva marijuana ad un ragazzino

La scorsa notte a casa del primo cittadino, come riportato dal sito de Il Mattino, sono arrivati i carabinieri della stazione di Gragnano e della compagnia di Castellammare di Stabia per perquisire la sua abitazione. Per il ragazzo è scattato l’arresto in quanto altre dosi sono state trovate addosso e nell’appartamento in cui vive con i genitori. Nel giubbotto aveva altre dosi, mentre a casa i militari hanno trovato bustine piene di stupefacenti. Decine di dosi di «erba» pronte per essere vendute, quanto basta per far scattare l’arresto in flagranza di reato.

Questa mattina sarà in tribunale a Torre Annunziata per la convalida dell’arresto e la direttissima: dovrà difendersi dall’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, con l’aggravante della cessione di droga ad un minorenne. Il suo cliente, già segnalato alla Prefettura per l’uso di droga, ha solo 17 anni.